Rumeni indignati dopo il fattaccio: "Non siamo così"

Scendono in campo ministri e presidenti federali: c'è grande amarezza.

9 Dicembre 2020

Ci sono indignazione e dispiacere in Romania dopo l'episodio di martedì sera.

Il ministro dello Sport rumeno Ionut Stroe mercoledì mattina ha fermamente condannato le frasi attribuite al quarto uomo che hanno portato all'interruzione della partita di Champions League tra Paris Saint Germain e Basaksehir martedì sera. "Condanno fermamente tutto ciò che può essere interpretato come razzista, xenofobo o discriminatorio - ha riferito a DigiTv -. Mi scuso a nome dello sport rumeno per questo sfortunato incidente, che non ci rappresenta".

La Federazione calcistica rumena (FRF), attraverso una nota, è stata a sua volta esplicita: "Ci dissociamo con fermezza da qualsiasi azione o dichiarazione con connotazioni razziste o xenofobe. Stiamo aspettando che il rapporto Uefa riferisca esattamente cosa è successo e agiremo di conseguenza".

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesChelsea in finale, Real Madrid eliminato
Chelsea in finale, Real Madrid eliminato
©Getty ImagesNeymar demolito in Francia
Neymar demolito in Francia
©Getty ImagesChampions, altri record per Pep Guardiola
Champions, altri record per Pep Guardiola
 
Salernitana, è qui la festA. Le foto
Juventus-Milan 0-3, le foto
Inter, delirio a San Siro per la festa scudetto: le foto
Roma-Manchester United 3-2, le foto
Chelsea-Real Madrid 2-0, le foto
Champions League: Manchester City - Psg 2-0, le foto