Vecino: "Non mi sento italiano"

"A Conte direi di no. So che mi sta seguendo ma non bastano tre anni per sentirmi italiano".

Secco no della nuova colonna della Fiorentina di Paulo Sousa, Matias Vecino, ad un possibile futuro nella nazionale azzurra. 
 
Il centrocampista uruguaiano, che ha il passaporto italiano, in un'intervista al Corriere Fiorentino rivela: "A Conte direi di no. So che mi sta seguendo ma non bastano tre anni per sentirmi italiano". 
 
Il primato dei viola: ""Stare al primo posto è bellissimo, una grande soddisfazione, ce la stiamo godendo, ma sappiamo che nel calcio conta solo il presente".

ARTICOLI CORRELATI:

Il Sassuolo:
Il Sassuolo: "Importante finire il campionato"
Coronavirus, l'appello di Dzeko
Coronavirus, l'appello di Dzeko
Cagliari, i giocatori si tagliano gli stipendi
Cagliari, i giocatori si tagliano gli stipendi
 
Le foto della figlia di Hulk Hogan
Le foto di Bianca Gascoigne
Diletta Leotta colpisce ancora
Cecilia Rodriguez, bellezza argentina