Sarri: "Innaturale giocare a quest'ora e sempre dopo la Juve"

3 Aprile 2016

Maurizio Sarri resta sulla sua linea dopo la sconfitta a Udine che potrebbe decretare la fine del sogno scudetto per il Napoli: "Purtroppo ci è successo in altre occasioni in questo orario: le 12.30 sono un orario difficile, innaturale e noi lo stiamo accusando. Gestire meglio la sosta? È impossibile farlo meglio, abbiamo molti giocatori sudamericani che magari fanno un solo allenamento con noi dopo essersi fatti decine di ore in aereo. Sono tutte difficoltà enormi che noi stiamo pagando più di altre squadre: dobbiamo fare esperienza anche in questi ambiti. Da quando siamo secondi abbiamo sempre giocato dopo la Juve: 4 su 6 volte è un vizio, 6 su 6 è qualcosa di più, che ti fa spendere più energie", spiega a Premium.
 
Sull'arbitraggio: "La mia espulsione? Ho solo detto a Irrati che stava arbitrando malissimo, se non si può dire nemmeno questo… mi spiace uscire con due squalificati, al di là della mia di espulsione. Higuain mi ha detto che non ha fatto niente e ha preso il secondo giallo, era dispiaciuto perché è attaccatissimo a questi colori. Anche il secondo rigore: dalla panchina non mi sembrava tale, ma dovrei rivederlo. Al di là degli episodi, la conduzione della gara non mi è sembrata esemplare".
©

ARTICOLI CORRELATI:

©Salernitana, la festa finisce in tragedia
Salernitana, la festa finisce in tragedia
©Fabrizio Castori:
Fabrizio Castori: "Soddisfazione immensa"
©Serie A, maxi squalifica per Foggia del Benevento
Serie A, maxi squalifica per Foggia del Benevento
 
Salernitana, è qui la festA. Le foto
Juventus-Milan 0-3, le foto
Inter, delirio a San Siro per la festa scudetto: le foto
Roma-Manchester United 3-2, le foto
Chelsea-Real Madrid 2-0, le foto
Champions League: Manchester City - Psg 2-0, le foto