Paulo Fonseca non getta la spugna

Roma sconfitta dall'Atalanta nello scontro diretto per un posto in Champions, ma il tecnico portoghese resta fiducioso.

La Roma regge il confronto con l'Atalanta a livello di gioco, ma torna a casa con una sconfitta pesantissima in chiave di classifica.

I giallorossi scivolano quindi a -6 dalla quarta piazza occupata proprio dai bergamaschi. Alla fine della partita Paulo Fonseca non può che essere preoccupato:

“Il momento è difficile, abbiamo bisogno di lavorare sulla testa dei giocatori - le parole. Penso che oggi non sia stata una partita sbagliata dal punto di vista dell'atteggiamento, ma hanno fatto la differenza i dettagli. Abbiamo fatto bene nel primo tempo, soprattutto difensivamente, non lasciando fare all'Atalanta il gioco che le piace. Poi però abbiamo fatto due errori, difficili da spiegare, ma i ragazzi oggi hanno dato tutto. siamo in un momento che a ogni errore subiamo gol.

La rimonta resta però possibile: "Mancano 14 partite, è possibile. È un campionato equilibrato, i punti possono perderli tutti. Credo sia possibile rimontare, ma dobbiamo lavorare per uscire da questo periodo ripartendo dalle cose buone fatte oggi".

 

ARTICOLI CORRELATI:

Serie A, la protesta degli arbitri: Var a rischio
Serie A, la protesta degli arbitri: Var a rischio
La Spagna piange Radomir Antic
La Spagna piange Radomir Antic
Moreno Longo non pensa al futuro
Moreno Longo non pensa al futuro
 
Zaira Nara e Wanda Nara: il derby della sensualità
Con Wanda Nara la vita è meno amara
Le foto di Soraja Vucelic, la prorompente ex di Neymar
Le foto della figlia di Hulk Hogan