Milan ko, ammissione Stefano Pioli: “Ora dobbiamo guardarci le spalle”

Una sconfitta che inevitabilmente porta a riflessioni scomode.

Milan sconfitto a Bergamo dall'Atalanta, e Stefano Pioli non può che ammettere una profonda delusione. E nel dopopartita del Gewiss Stadium il tecnico rossonero ammette che la squadra sarà ora costretta a guardarsi anche alle spalle in classifica.

"Io alleno il Milan, e qui le aspettative sono alte – ha sottolineato Pioli ai microfoni di 'DAZN' -. I nostri risultati non rispecchiano le aspettative, e il mio compito è solo quello di pensare al lavoro che devo fare e a un modo per migliorare il rendimento dei miei giocatori. Volevamo centrare un filotto di successi, ma se questo non avviene bisogna anche guardarsi alle spalle".

I rimpianti per il 3-2 dell'Atalanta sono tanti. "Avessimo finito con un pareggio ci sarebbero state tante cose positive – ha aggiunto Pioli -. Noi siamo stati dentro la partita, ma loro in area sono stati più bravi di noi. Se sei il Milan e prendi tre gol, significa che dietro non hai lavorato bene. Ma certe ingenuità hanno un grande peso, che dobbiamo correggere nelle prossime gare".

Articoli correlati