Iannuzzi si accasa a Napoli

Centro classe 1991 di 208 cm, proviene dall'Happy Casa Brindisi.

16 Gennaio 2020

La Gevi Napoli Basket ha annunciato di aver acquisito i diritti sportivi per l’utilizzo di Antonio Iannuzzi. Centro classe 1991 di 208 cm, proviene dall’Happy Casa Brindisi, squadra che milita in Serie A.

Cresciuto ad Avellino e nel vivaio della Mens Sana Siena, nella sua carriera cestistica figurano una promozione in Legadue nel 2010 a 9 punti e 7 rimbalzi di media con Ferentino e il doppio biennio a Matera (2012-14) e Omegna in A2 Silver dal 2014 al 2016 (18 punti, 7 rimbalzi e 1.3 assist nella prima stagione). Nella scorsa annata ha vestito la canotta della Openjobmetis Varese, squadra che si è aggiunta alle precedenti esperienze in Serie A a Capo d’Orlando (2016/17) e Torino (2017/18). In Sicilia vive una stagione da grande protagonista: alla sua prima esperienza nella massima serie, conquista lo storico accesso ai playoff scudetto con l’Orlandina registrando cifre importanti da 8.5 punti e 4.2 rimbalzi di media in 21 minuti di utilizzo. Approda a Brindisi prima nel febbraio 2018, facendo registrare 6 punti e 3.5 rimbalzi tirando con il 54% da 2 e il 63% ai tiri liberi in 16 minuti di utilizzo medio a partita, per poi ritornare nella scorsa estate. Il percorso con la Nazionale Italiana, dopo una trafila giovanile tra Under 16, 18 e 20, si è consacrato nel 2018 con l’esordio in nazionale maggiore durante le qualificazioni al mondiale China 2019.

©uff. stampa

ARTICOLI CORRELATI:

©uff. stampa Koponen torna in Emilia: giocherà a Reggio
Koponen torna in Emilia: giocherà a Reggio
©uff. stampa Ettore Messina, il bel messaggio per coach Aito
Ettore Messina, il bel messaggio per coach Aito
©uff. stampa Nuovo rinvio per la Openjobmetis Varese
Nuovo rinvio per la Openjobmetis Varese
 
Supercoppa alla Juve, le foto
Serie A: le foto di Roma-Inter 2-2
Le pagelle di Milan-Juventus 1-3
Cristiano Ronaldo schianta da solo l'Udinese: le foto
SuperMario Balotelli show: le foto
Un 2020 con tante scarpe appese al chiodo: le foto di chi ha lasciato