Tragedia nella boxe: morto un giovane pugile dopo un ko

Il 19enne giordano Rashed Al-Swaisat è spirato dopo undici giorni di coma.

27 Aprile 2021

Il 19enne giordano Rashed Al-Swaisat è spirato dopo undici giorni di coma.

Tragedia nella boxe: il pugile giordano Rashed Al-Swaisat, 19 anni, è morto per le conseguenze di un ko subito in un match della categoria mediomassimi svolto durante i Mondiali Youth di Kielce, in Polonia.

Il giovane non ha più ripreso conoscenza dopo essere finito al tappeto al terzo round dell'incontro con l'estone Anton Vinogradov, lo scorso 16 aprile: immediatamente soccorso e trasportato in ospedale, ha subito un delicato intervento chirurgico alla testa ma non c'è stato nulla da fare. Dopo undici giorni di coma è spirato lunedì notte.

"È nei nostri cuori e nelle nostre preghiere. Il nostro pensiero va alla sua famiglia, agli amici e ai compagni di squadra, ai quali porgiamo le nostre più sincere condoglianze", è il comunicato dell'Aiba.

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©2KUnder 21, tutti gli uomini di Julio Velasco
Under 21, tutti gli uomini di Julio Velasco
©Getty ImagesHockey ghiaccio, Mondiale a rischio per l'Italia
Hockey ghiaccio, Mondiale a rischio per l'Italia
©Getty ImagesBoxe: Canelo vince davanti a 70000 spettatori
Boxe: Canelo vince davanti a 70000 spettatori
 
Salernitana, è qui la festA. Le foto
Juventus-Milan 0-3, le foto
Inter, delirio a San Siro per la festa scudetto: le foto
Roma-Manchester United 3-2, le foto
Chelsea-Real Madrid 2-0, le foto
Champions League: Manchester City - Psg 2-0, le foto