Rachik: "Meglio di così non poteva andare"

"Ho stretto i denti e tenuto duro fino alla fine".

Medaglia di bronzo individuale, personale frantumato grazie al tempo di 2.12.09 ed infine una meravigliosa medaglia d'oro a squadre, Yassine Rachik non poteva chiedere più di così: "No, meglio di così non poteva andare, è tutto bellissimo, è stata una gara tosta, ai 32 km sentivo i crampi e non volevo crederci, ho stretto i denti e tenuto duro fino alla fine perché volevo davvero questa medaglia", le sue parole a Sportal.it.

"In realtà ho iniziato a crederci solo ieri perché solo ieri il mio allenatore mi ha detto che se avessi fatto il personale avrei potuto vincere una medaglia".

"La dedico ovviamente alla mia famiglia, al mio fisioterapista Michele Caldara, alla federazione, alla mia società che mi ha aiutato molto, all’Atletica Cason Innocento e alla ditta Casone perché ci sostengono tantissimo, grazie davvero a tutti".

rachik

ARTICOLI CORRELATI:

Coronavirus: la pallavolo si ferma fino al primo marzo
Coronavirus: la pallavolo si ferma fino al primo marzo
La Coppa Italia va alla Lube
La Coppa Italia va alla Lube
Tyson Fury conquista la cintura Wbc
Tyson Fury conquista la cintura Wbc
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium