Alfio Giomi: "E' stato un Golden Gala unico"

"Un'atmosfera bellissima e una dimostrazione dell'universalità dell'atletica".

In occasione del Golden Gala allo Stadio Olimpico di Roma, in esclusiva per i lettori di Sportal.it abbiamo raccolto le dichiarazioni del presidente della Federazione di Atletica Leggera, Alfio Giomi, che ha commentato l’edizione record della kermesse. 

Presidente, un commento su questa edizione del Golden Gala? 

Unica, unica perché la presenza del Presidente della Repubblica esprime un senso di quanto sia importante l’atletica. Un’atmosfera bellissima e una dimostrazione dell’universalità dell’atletica e, devo dire, anche del ruolo importante che ha questa federazione nel contesto dello sport italiano. 

Cosa ha detto lei al presidente? 

L’ho ringraziato in primis per l’onore che ci ha fatto – perché è un riconoscimento per quello che facciamo. Il presidente ci conosceva benissimo e abbiamo parlato anche molto di come noi gestiamo l’inserimento di ragazzi - che magari diventano italiani a 18 o a 20 anni – e, in pratica, dell’inclusività dell’atletica e dell’universalità della stessa e della capacità che abbiamo – in cui tutti si sentono a proprio agio al di là del colore della pelle e della razza o del ceto sociale. 

Invece il Presidente le ha confessato qualche disciplina per la quale ha simpatia? 

No no, il Presidente è una persona straordinaria e, tra l’altro, era preparato su quello che accadeva e mi chiedeva notizie sui nostri ragazzi, perché voleva conoscere le loro storie ed è stato tutto molto bello. 

golden gala

ARTICOLI CORRELATI:

Magnini, incubo finito: cancellata la squalifica
Magnini, incubo finito: cancellata la squalifica
Coronavirus, le conseguenze nel volley
Coronavirus, le conseguenze nel volley
Coronavirus: la pallavolo si ferma fino al primo marzo
Coronavirus: la pallavolo si ferma fino al primo marzo
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium