Correre col freddo fa bene e fa dimagrire, i consigli per farlo nel modo giusto

30 Novembre 2021

Correre col freddo, ma in generale fare fitness, bici e allenamenti cardio è ancora più importante per il nostro benessere. Perché eleva i livelli di vitamina D nel sangue, con effetti positivi su ossa, cuore e muscoli.
Di più, fare questo tipo di attività fisica dovrebbe diventare una pratica regolare soprattutto nei paesi dal clima freddo e nuvoloso e in quelli come l’Italia dove in autunno e inverno le temperature si abbassano notevolmente.
Vediamo perché.

Correre col freddo fa bene e fa dimagrire, i consigli per farlo nel modo giusto

Sappiamo bene quanto la vitamina D sia importante per mantenere le ossa sane e per avere migliori performance sportive.
Ma oltre che il buonsenso, ora questo concetto lo certifica anche la scienza: una ricerca della Virginia Commonwealth University, appena pubblicata sull’European Journal of Preventive Cardiology, una pubblicazione della European Society of Cardiology (ESC). Lo studio dell’equipe americana mostra che livelli più elevati di vitamina D sono associati a una migliore capacità di esercizio, si legge nel paper. E che correre col freddo è un toccasana per il corpo.

Per arrivare a questa conclusione il team ha esaminato un campione rappresentativo della popolazione statunitense, 1995 persone di età compresa tra 20 e 49 anni utilizzando il National Health and Nutrition Survey (NHANES) con i dati relativi al periodo 2001-2004. I dati sono stati raccolti su siero vitamina D e VO2 max. lo scopo era quello di capire se le persone con livelli più elevati di vitamina D nel sangue abbiano nel tempo migliorato l’idoneità cardiorespiratoria.

I benefici della corsa e del fitness su cuore, ossa e muscoli: cosa dice la scienza

Chi fa fitness e allenamento cardio ha livelli più alti di vitamina D nel sangue. Il che significa, secondo la letteratura scientifica, benefici per il cuore e le ossa. Le persone con una maggiore idoneità cardiorespiratoria sono generalmente più sane e vivono più a lungo. Stiamo parlando della capacità del cuore e dei polmoni di fornire ossigeno ai muscoli durante l’esercizio. Si misura con il valore VO2 max, ovvero il consumo massimo di ossigeno durante un esercizio.

Uno dei presupposti della ricerca americana era anche il fatto che negli ultimi anni la ricerca scientifica ha dimostrato che questa sostanza essenziale per la vita porti effetti positivi anche in altri aspetti del nostro organismo, tra cui cuore e muscoli.
L’analisi ha mostrato come le persone dalla più alta percentuale di vitamina D nel sangue aveva una capacità cardiorespiratoria 4,3 volte superiore rispetto a chi ne aveva meno.

Si è anche scoperto che la relazione tra i livelli più alti di vitamina D e la migliore capacità di esercizio si mantiene in uomini e donne, tra i giovani e di mezza età, tra le etnie, indipendentemente dall’indice di massa corporea e anche indipendentemente dal fatto che i partecipanti abbiano o meno ipertensione o diabete o siano fumatori. E che correre col freddo migliora al salute e allunga la vita.

I dati parlano chiaro: più si fa fitness e allenamento cardio, più sale il livello di vitamina D e, di conseguenza, i benefici: ogni aumento di 10 nmol / L di vitamina D è stato associato a un aumento statisticamente significativo di 0,78 mL / kg / min nel VO2 max. Naturalmente parliamo di attività fisica senza esagerare: livelli troppo alti di vitamina D possono scatenare gli effetti tossici di questa sostanza, come un accumulo extra di calcio nel sangue, che può portare a nausea, vomito e debolezza. Quando succede questo? Ad esempio quando si eccede con gli integratori (qui ti spieghiamo quando usarli) piuttosto che con l’esposizione al sole o con una dieta ipercalorica.

La ricerca procede, con l’obiettivo di fornire strumenti agli enti preposti alla salute pubblica, in modo che arrivino magari a “integrare i prodotti alimentari con la vitamina D per avere ulteriori benefici oltre la salute delle ossa”. Ora vediamo, nella pratica, perché e come correre e fare sport al freddo.

Perché correre e fare sport quando fa freddo

Sebbene si tratti di uno studio di tipo osservazionale, secondo il leader della ricerca Amr Marawan l’associazione fra esercizio e benefici è molto forte e coerente tra i gruppi, il che suggerisce che esiste una connessione solida. Il gruppo di ricerca suggerisce che l’esercizio sia una attività necessaria specie nei paesi dal clima freddo o nuvoloso, dove ci si espone poco ai raggi del sole, che sono in grado di mantenere e aumentare la quantità di vitamina D nel corpo. I benefici di queste attività fisiche al freddo, o in autunno e inverno, sono molteplici. E non stiamo parlando di sudare a meno 30 gradi, ma di farlo nelle normali giornate fredde dell’anno: abbiamo visto come allenarsi al freddo aiuta a dimagrire, obbligando il nostro corpo a bruciare calorie, come dimostra uno studio olandese.

LEGGI ANCHE

Certificato medico sportivo: quando è obbligatorio e quando è a pagamento

6 consigli per dimagrire davvero grazie all’allenamento

©

ULTIME NOTIZIE:

I 7 panorami più spettacolari del Trentino
Peste suina e divieto per mountain bike e trekking: ecco perché
Le 7 foreste più suggestive d’Europa, da vedere prima che sia tardi
Sci di fondo in Nord Italia: 6 località da scoprire
Il detergente per capi sportivi di Pamela Reif
Sciare vicino a Milano: i Piani di Artavaggio, per grandi e bambini
 
Lazio-Udinese 1-0, le pagelle
La smisurata bellezza della calciatrice Sara Dabritz. Le foto
Marco Serra: chi è l'arbitro più discusso del momento. Le foto
Bologna-Napoli 0-2, le pagelle
Milan-Spezia 1-2, le pagelle
Atalanta-Inter 0-0: le pagelle
Roma-Cagliari 1-0, le pagelle
Sassuolo-Hellas Verona 2-4, le pagelle