Finale inedita per il Super Rugby

Nelle semifinali del torneo dell'Emisfero Sud prevalgono i Jaguares e i Crusaders, con i secondi che puntano al "three-peat".

Saranno i Jaguares e i Crusaders a giocarsi il Super Rugby nella finalissima che si giocherà in casa di questi ultimi, a Christchurch, il prossimo 6 luglio.

Si tratta di una finale inedita, che vedrà i Crusaders puntare al terzo titolo consecutivo e gli argentini alla prima, storica partita decisiva per una franchigia fuori da Australia, Nuova Zelanda e Sud Africa.

Nella prima semifinale, giocata nella notte italiana tra venerdì 28 e sabato 29 giugno, i Jaguares hanno letteralmente travolto i Brumbies a Buenos Aires, col punteggio finale di 39-7: le mete dei padroni di casa portano la firma di Tomas Cubelli, Tomas Lavanini, Matias Orlando (doppietta per lui) ed Emiliano Boffelli. Folau Fainga'a è l'unico marcatore di una meta per gli australiani.

Ben diversa l'altra semifinale andata in scena qualche ora più tardi: gli Hurricanes sono stati capaci di segnare addirittura una meta in più rispetto ai campioni in carica, ma per colpa dell'eccessiva indisciplina (a fine partita gli sconfitti hanno recriminato per l'arbitraggio, cosa assai rara nella palla ovale) sono stati costretti alla resa per soli quattro punti. Le marcature pesanti dei Crusaders sono state firmate da Sevu Reece (autore di due mete) e Richie Mo'unga (che mette a segno tutte e tre le trasformazioni e altrettanti calci di punizione), mentre non sono servite agli ospiti la doppietta di Ngani Laumape e le mete di Ben Lam e TJ Perenara.

Crusaders

ARTICOLI CORRELATI:

Sei Nazioni: Irlanda-Italia rinviata per coronavirus
Sei Nazioni: Irlanda-Italia rinviata per coronavirus
Coronavirus, l'Italrugby cambia la sede del raduno
Coronavirus, l'Italrugby cambia la sede del raduno
Rugby, il Coronavirus sposta la finale scudetto
Rugby, il Coronavirus sposta la finale scudetto
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium