F1, nuovo regolamento per le gomme

4 Dicembre 2015

Nella sua riunione a Parigi, il Consiglio Mondiale FIA ha approvato formalmente le norme che regoleranno ogni aspetto legato agli pneumatici nel Mondiale F1 2016.
 
PREMESSA
 
Il nuovo regolamento si applica solo alle gomme slick. Il regolamento per intermedie e wet non cambia.
Con l’introduzione della nuova mescola Ultrasoft (colore Viola) il numero delle mescole slick sale a 5.
 
PREPARAZIONE E SCELTE PRE-GARA
 
In accordo con la FIA, Pirelli deciderà in anticipo le tre mescole che potranno essere utilizzate a ogni weekend di Gran Premio e le comunicherà ai Team.
Il numero totale dei set utilizzabili fra prove, qualifiche e gara (13 in totale) rimarrà uguale a oggi.
Pirelli assegnerà a ogni vettura 2 set obbligatori. Inoltre, un set della mescola più morbida tra quelle selezionate verrà imposto e dovrà essere conservato per il Q3.
I due set scelti e resi obbligatori da Pirelli potranno anche essere di due mescole diverse, all’interno delle tre nominate. Tali set saranno ovviamente identici per tutte le vetture.
I rimanenti 10 set potranno essere scelti da ogni Team all’interno delle tre mescole nominate da Pirelli.
I Team effettueranno la loro scelta (di quanti e quali set, fra le mescole decise da Pirelli, portare a ogni GP) rispettando una deadline decisa da Pirelli. Comunicheranno la scelta a FIA, e FIA comunicherà a Pirelli il totale delle gomme da produrre. Nessuno, esclusa FIA, verrà a conoscenza delle scelte per le singole vetture fino due settimane prima della gara. Se un team non rispetterà la deadline per la scelta, l’allocazione verrà deciso d’ufficio dalla FIA.
Una volta resa nota la scelta delle singole vetture, FIA procederà all’allocazione random degli pneumatici tramite barcode, così come avviene ora.
La scelta da parte del Team verrà fatta per ogni singola vettura: saranno quindi possibili allocazioni diverse per piloti dello stesso Team.
Le gomme saranno marcate con colori diversi, come avviene oggi.
DURANTE LA GARA
 
Verrà mantenuto un sistema di restituzione identico a quello attuale, ma sarà il Team a decidere quale set restituire:
1 set dopo i primi 40’ di FP1
1 set al termine di FP1
2 set al termine di FP2
2 set al termine di FP3
I due set assegnati e resi obbligatori da Pirelli non potranno essere restituiti durante le prove e dovranno essere entrambi disponibili in gara. Almeno uno di questi due set dovrà essere utilizzato in gara: saranno i Team a scegliere quale.
Per i top ten al termine delle qualifiche, continuerà ad esserci l’obbligo di restituire il set utilizzato in Q3 (che sarà della mescola più morbida) e l’obbligo di partire in gara con il set con il quale si è fatto segnare il miglior tempo in Q2 (stessa regola di oggi). Per tutti gli altri il set conservato per Q3 sarà disponibile per la gara (stessa regola di oggi).
©

NOTIZIE TOKYO 2020:

©Tokyo 2020: Marcell Jacobs è pronto a tornare in pista
Tokyo 2020: Marcell Jacobs è pronto a tornare in pista
©Tokyo 2020: beach volley, il Brasile ci resta male
Tokyo 2020: beach volley, il Brasile ci resta male
©Tokyo 2020, grande soddisfazione per Federica Pellegrini
Tokyo 2020, grande soddisfazione per Federica Pellegrini
©Tokyo 2020, la transgender Hubbard si ritira ufficialmente
Tokyo 2020, la transgender Hubbard si ritira ufficialmente
©Tokyo 2020, rivelazione shock di Simone Biles
Tokyo 2020, rivelazione shock di Simone Biles
©Tokyo 2020: oro e record del mondo per McLaughlin
Tokyo 2020: oro e record del mondo per McLaughlin
 
Dal paracadutista alla modella: le foto delle invasioni di campo più clamorose
Italia-San Marino 7-0: le foto della goleada
Villarreal, trionfo in Europa League: le foto
Gattuso in viola: tutte le panchine di Ringhio. Le foto
I gol che hanno deciso la corsa Champions: le foto
Coppa Italia, Atalanta-Juventus 1-2: le pagelle