Giro, Cima indovina la fuga giusta

Il corridore bresciano si aggiudica la 17a tappa con arrivo a Santa Maria di Sala: Carapaz resta in rosa.

Prima dei fuochi d’artificio delle ultime due tappe di montagna e della cronometro di Verona, il Giro d’Italia numero 102 è approdato in Veneto con l’arrivo della frazione numero 17 a Santa Maria di Sala.

A vincere è stato Damiano Cima, uno dei corridori più attivi nelle fughe di quest’edizione della Corsa Rosa, che si è imposto in volata precedendo il gruppo regolato da Pascal Ackermann, già vincitore di due tappe.

Tappa movimentata fin dalla partenza di Valdaora e caratterizzata da una fuga a tre: protagonisti con Cima, al primo successo in carriera al Giro, Mirco Maestri e Nico Denz, questi ultimi due assorbiti dal gruppo proprio sul traguardo. 

I tre sono stati capaci di accumulare un vantaggio di quattro minuti, andato poi via via diminuendo sotto la spinta del gruppo. Nessun cambiamento nelle prime posizioni della classifica generale: Richard Carapaz resta in rosa con 1’54” di vantaggio su Vincenzo Nibali e 2’16” su Primoz Roglic.

Giro d'Italia 2019

ARTICOLI CORRELATI:

Izagirre trionfa al Grande Trittico Lombardo
Izagirre trionfa al Grande Trittico Lombardo
Sospiro di sollievo per Vincenzo Nibali
Sospiro di sollievo per Vincenzo Nibali
Giro, ecco il nuovo percorso
Giro, ecco il nuovo percorso
 
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina
Cintia Doroni: la bellissima Dottoressa