Mihajlovic cacciato, le condizioni di Walter Mazzarri

La decisione a notte fonda di Cairo: l'ex Napoli pronto a firmare, ma per un contratto fino al 2019.

4 Gennaio 2018

La decisione è arrivata solo a notte fonda: l'eliminazione contro la Juventus e l'ennesima espulsione hanno spinto Urbano Cairo a stringere i tempi e ad esonerare immediatamente Sinisa Mihajlovic, senza aspettare la prossima partita di campionato contro il Bologna indicata in un primo momento come l'ultima spiaggia per l'allenatore serbo. In carica dal 2016, l'ex allenatore di Milan e Samp paga l'involuzione della squadra, che ha raccolto quattro punti in meno nel girone d'andata rispetto alla scorsa stagione, la mancanza di un gioco accettabile e il malumore crescente dei tifosi.

L'ufficialità è attesa in mattinata: in pole position per il suo posto c'è Walter Mazzarri, che non accetterà un ruolo di traghettatore ma chiederà almeno un contratto biennale. Contro il Bologna potrebbe sedersi in panchina Federico Coppitelli, il tecnico della Primavera, che però avrebbe bisogno di una deroga del regolamento considerato che non ha ancora il patentino UEFA Pro che permette di allenare in Serie A.

©

ARTICOLI CORRELATI:

©Mauro Icardi per Edin Dzeko: è l'ultima voce
Mauro Icardi per Edin Dzeko: è l'ultima voce
©Eusebio Di Francesco, ufficiale il rinnovo fino al 2023
Eusebio Di Francesco, ufficiale il rinnovo fino al 2023
©Tommaso Giulini tra rinnovo a sorpresa e avvertimenti
Tommaso Giulini tra rinnovo a sorpresa e avvertimenti
 
Le immagini di Juventus-Bologna 2-0
Milan-Atalanta 0-3, le pagelle
Udinese-Inter 0-0, le pagelle
Coppa Italia, Lazio ai quarti di finale: le foto del match
Juventus-Napoli 2-0, le pagelle
Inter-Juventus 2-0, le pagelle