Ranocchia: "Infangato in Italia"

"Sono un professionista che ha sempre dato tutto per la maglia".

30 Aprile 2017

Andrea Ranocchia in un'intervista a L'Avvenire parla della sua esperienza all'Hull City: "Sono contento di questa esperienza inglese. Prima la classifica era abbastanza difficile ma ora ci stiamo tirando fuori. Dovremo disputare delle gare molto difficili ma siamo contenti di poterci giocare la permanenza in Premier. Ci sono tantissime differenze rispetto all'Italia, qui il calcio è vissuto in maniera diversa, non dico meglio o peggio ma c'è meno pressione, quello di cui avevo bisogno dopo gli ultimi anni all'Inter".

In Inghilterra l'ex nerazzurro sta riscuotendo applausi per le sue prestazioni: "Essere considerato un colpo di mercato è una bella soddisfazione dopo tanto fango che mi è stato tirato addosso. Sono un professionista che ha sempre dato tutto per la maglia ed è bello togliersi qualche sassolino con il duro lavoro. Avevo bisogno di un cambio di vita, in Italia ero troppo infangato e non riuscivo più ad esprimermi".

Il futuro: "Ho ancora due anni di contratto con l'Inter ma il calcio è strano, ero stato vicino al Galatasaray quando c'era Mancini, potevo finire alla Juve di Conte e fino a gennaio non pensavo di finire in Inghilterra".

 

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesCopa del Rey, trionfo con poker per il Barcellona
Copa del Rey, trionfo con poker per il Barcellona
©Getty ImagesL'orgoglio di Semplici:
L'orgoglio di Semplici: "Ci davano già per morti"
©Getty ImagesPazzesco Cagliari: Parma ribaltato 4-3
Pazzesco Cagliari: Parma ribaltato 4-3
 
Europa League: Roma-Ajax 1-1, le foto
Liverpool-Real Madrid 0-0, le foto
Psg-Bayern Monaco 0-1, le foto della supersfida
Ajax-Roma 1-2, le foto del colpaccio giallorosso
Juventus-Napoli 2-1, le pagelle: ci pensano CR7 e Dybala
Real Madrid-Liverpool 3-1, le foto