Atletico Madrid-Juventus: Pagelloide bianconero

Mariella Lamonica, giornalista di VareseSport e Bepi sport tv, dà i voti agli uomini di Allegri.

Mariella Lamonica, giornalista di VareseSport e Bepi sport tv, dà i voti agli uomini di Allegri.

Szczesny 6.5: massima attenzione e reattività nelle uscite, salva su Griezman con un grande intervento, nulla può sulle due reti.

De Sciglio 5.5: dovrebbe essere quello più in difficoltà della retroguardia bianconera, qualcosa rischia, ma in realtà fa meno brutta figura di altri. Certo è che la spinta dalla sua fascia è nulla.

Bonucci 5: perde la concentrazione e qualche duello di troppo, ma quello che fa più specie è vederlo in “difetto” di personalità cosa che solitamente non gli manca nemmeno nelle prestazioni così così. Sul primo gol ha grandi colpe.

Chiellini 6: il capitano ci ha abituato ad altre prestazioni soprattutto quest’anno, ma riesce comunque a stare a galla e a salvare un gol fatto; appare un po’ meno sicuro del solito, il compagno di reparto non gli dà una mano, figuriamoci Griezman & co. Al 90' però è già il primo ad aver voltato pagina.

Alex Sandro 5.5: il compitino è una cosa, le sue sgroppate, i suoi cross millimetrici, le sue incursioni tutt’altro. E questa sera non c’è l’ombra di nulla di tutto ciò.

Bentancur 5: con un Pjanic a mezzo servizio ci si aspettava che prendesse in mano le redini del centrocampo, ma così non è. Lo si vede solo negli ultimi scampoli di match, davvero troppo poco soprattutto in Champions e soprattutto in una partita così. 

Pjanic 6: nonostante la febbre si rimette in piedi e decide di esserci. Che non sia al top lo si capisce subito, tenta di inventare, ma si ritrova attorno una squadra spenta che non lo supporta e che lui di conseguenza fatica a supportare come vorrebbe.

Emre Can 6: entra ancora sullo 0-0, dovrebbe metterci fisico e sostanza. Sbaglia meno di alcuni compagni di reparto.

Matuidi 5: la Juve pecca in aggressività, il primo a lasciarsi abbindolare è incredibilmente lui che solitamente di grinta ne ha da vendere. Non fa da filtro e non si inserisce. Bocciatura.

Cancelo sv 

Dybala 5: gli alibi non esistono e questa sera serviva anche la sua fantasia, purtroppo risulta evanescente. Sempre ingabbiato, in una gara così complicata per tutti dovrebbe essere lui a semplificarla, e invece…

Bernardeschi 6: di voglia ne ha e pare mentalmente più leggero di molti altri. Suo l’unico tiro in porta dei secondi 45 minuti.

Ronaldo 5.5: cerca in ogni modo di farsi spazio e di farsi scivolare addosso i fischi di un intero stadio, non sempre ci riesce nè nel primo nè nel secondo caso, perde anche diversi palloni. A Torino sarà un’altra storia.

Mandzukic 5: il guerriero numero diciassette esce dalla battaglia con le mani linde e la divisa intatta, ci ha abituato invece ad un vestito sporco e stracciato sinonimo di “ho dato tutto”. Pochi palloni giocabili, ma anche meno sacrificio del solito, ecco un altro che allo Stadium dovrà essere tra i primi a suonare la carica.

Allegri 5.5: una partita così difficilmente la si prepara male ed invece qualcosa non ha funzionato, soprattutto nel secondo tempo e soprattutto nei calci da fermo. Non ha moltissime frecce al sua arco questa sera, ma forse avrebbe potuto pescarle un po’ prima quanto meno per inserire freschezza.

Facebook: Mariella Lamonica

Instagram Mariella Lamonica

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesLa Juve ipoteca lo scudetto, vittorie chiave per Hellas e Sassuolo
La Juve ipoteca lo scudetto, vittorie chiave per Hellas e Sassuolo
©Getty ImagesIbrahimovic - Lukaku: interviene Bedy Moratti
Ibrahimovic - Lukaku: interviene Bedy Moratti
©Getty ImagesA Lecce è tornato il sereno
A Lecce è tornato il sereno
 
Juventus-Lazio 3-1, le pagelle
Parma-Inter 1-2, le foto della vittoria nerazzurra
Genoa-Sampdoria, le foto del derby della Lanterna
Sassuolo-Napoli, le foto del pirotecnico 3-3
Juventus-Spezia 3-0, le pagelle
Roma-Milan 1-2, le pagelle