Dalla scherma stoccata al Coronavirus

Il presidente federale e ciascuno dei consiglieri hanno scelto infatti di autotassarsi per acquistare dieci fonendoscopi.

La Federazione Italiana Scherma è in prima linea nella lotta al Covid-19. In un periodo di emergenza sanitaria e di forte difficoltà per tutto il Paese, la scherma italiana fa la sua parte, con vari contributi ed iniziative. Sono diverse le società, i tecnici ed i preparatori atletici che hanno meritoriamente avviato delle attività online per mantenere il rapporto con gli atleti e con gli appassionati, così come numerose sono anche le iniziative di solidarietà e le raccolte fondi promosse da realtà schermistiche sul territorio nazionale.

Tra queste, anche quella promossa, a nome della scherma italiana, dal Consiglio federale. Il Presidente e ciascuno dei consiglieri hanno scelto infatti di autotassarsi per acquistare dieci fonendoscopi, che saranno donati al reparto "Covid-19" di Medicina Interna del Policlinico Tor Vergata di Roma.

"Per noi - spiega Maria Adelaide Marini, schermitrice e professore associato di Medicina Interna all'Università degli Studi di Roma Tor Vergata ed in servizio presso il Reparto COVID-19 del Policlinico romano - la donazione del Consiglio federale rappresenta un gesto dall'altissimo valore simbolico. Nel reparto COVID-19, aperto da venerdi, accogliamo già 21 pazienti che rappresenta il plenum possibile. Poter contare sulla dotazione di dieci nuovi fonendoscopi è davvero importante e siamo grati ai consiglieri federali ed al Presidente per questa donazione". La scherma è in prima linea anche in maniera diretta nell'ambito medico. Un nutrito gruppo dello staff medico federale, infatti, coordinato dal Presidente della commissione medica FIE e FIS, Antonio Fiore, sta lavorando nella task force anti Coronavirus della ASL Roma3, occupandosi di tutti i pazienti Covid positivi domiciliari, cioè non ricoverati o usciti dai ricovero.

I medici e i fisioterapisti che siamo abituati a vedere al fianco delle Nazionali azzurre, stanno lavorando senza sosta e con la massima dedizione. Oltre ad Antonio Fiore, in prima linea vi sono Valeria D’Errico, Gianvito Rapisarda, Riccardo Capitani, Riccardo Lanzano, Antonella Calamusa, Stefania Della Porta, Chiara Lodoli, Pierluigi Martinelli, Giuseppe Di Matteo, Sara Primavera, Federica Balbi, Beatrice Taffelli, Tania Giordano, Emanuele Gregorace e Mario Pietropaolo.

Scherma Italia

ARTICOLI CORRELATI:

Il Cio lancia l'ultimatum per Tokyo
2020, il DTM non correrà a Monza
2020, il DTM non correrà a Monza
Zaytsev manda un messaggio a Modena
Zaytsev manda un messaggio a Modena
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena