Chievo durissimo contro Michele Marconi

La società veneta si dice indignata con il calciatore e rammaricata perché non è stato preso alcun provvedimento.

22 Dicembre 2020

Chievo durissimo contro Michele Marconi.

Nella serata di martedì la società veneta ha diramato una nota. “In seguito alla frase razzista ‘La rivolta degli schiavi’ pronunciata dal giocatore del Pisa Michele Marconi al centrocampista Joel Obi durante il primo tempo della partita Pisa–ChievoVerona, la società esprime la massima solidarietà verso il suo giocatore, oggetto di una infamante e squallida frase, che nulla ha a che fare con i più elementari e basilari valori di sport, etica e rispetto - vi si legge -. L’A.C. ChievoVerona condanna e stigmatizza fermamente il comportamento razzista subito da Joel Obi, e si rammarica perché ad una frase sentita dai più in campo non sia seguito alcun provvedimento disciplinare: né da parte dell’arbitro, né da parte dell’assistente e quarto uomo, né il procuratore federale. L’A.C. ChievoVerona, da sempre convinta sostenitrice dei valori di etica, rispetto e fair play, continuerà a restare in prima linea nella lotta contro ogni forma di razzismo o violenza, dentro e fuori da qualsiasi campo di gioco”.

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesJavier Zanetti fa chiarezza sulle sue parole
Javier Zanetti fa chiarezza sulle sue parole
©Getty ImagesCoppa Italia, nuovo cambio di format
Coppa Italia, nuovo cambio di format
©Getty ImagesMario Balotelli, le rivelazioni dell'ex compagno
Mario Balotelli, le rivelazioni dell'ex compagno
 
Chelsea-Real Madrid 2-0, le foto
Champions League: Manchester City - Psg 2-0, le foto
Torino-Parma 1-0, le foto
Inter, lo scudetto in 10 immagini
Europa: Manchester United-Roma 6-2, le foto
Paris Saint Germain-Manchester City 1-2, le foto