La Honda apre al trio Marquez-Lorenzo-Stoner

Puig: "Porte aperte per Casey. Jorge e Marc ci faranno trionfare".

Il trio delle meraviglie Marquez-Lorenzo-Stoner potrebbe diventare presto realtà. In un'intervista alla Gazzetta dello Sport Alberto Puig, team manager della Honda artefice del clamoroso trasferimento di Jorge Lorenzo dalla Ducati alla scuderia giapponese, apre le porte al centauro australiano per il ruolo da collaudatore.

"Ho una relazione stupenda con Casey. L’ho portato io in Europa, è stato a casa mia. Non so cos’è successo quando era qui, ma di lui sai che se lo metti sulla moto andrà subito velocissimo. Abbiamo Bradl, ma il futuro è aperto, ancor più per uno come Stoner".

La tensione Marquez-Lorenzo: "A priori, una squadra coi piloti più forti è la cosa migliore, se non vince uno, lo fa l’altro. Di sicuro ci sarà tensione, ma cosa ci si attende in un Mondiale, con due piloti così? Senza tensione non si vince. Aragon? Sinceramente penso che Jorge abbia sbagliato, è andato troppo lungo e ha dato gas in una zona sporca. Credo fosse parecchio carico, ma dentro di sé sa come sono andate le cose".

TI POTREBBE INTERESSARE:

Lorenzo:
Lorenzo: "A un passo dal ritiro per la depressione"
Argentina, il Motomondiale almeno fino al 2021
Argentina, il Motomondiale almeno fino al 2021
Per Stoner Lorenzo può vincere al primo colpo
Per Stoner Lorenzo può vincere al primo colpo
Dovizioso:
Dovizioso: "Ducati miglior team del 2019"
Lorenzo:
Lorenzo: "Scioccato da Valentino Rossi". Ma poi provoca
MotoGp, Lorenzo avvisa Marquez
MotoGp, Lorenzo avvisa Marquez
Danilo Petrucci:
Danilo Petrucci: "Ora è completamente diverso"
Valentino Rossi mette alla frusta la Yamaha
Valentino Rossi mette alla frusta la Yamaha
Valentino Rossi re a Monza: il comunicato ufficiale
Valentino Rossi re a Monza: il comunicato ufficiale
 
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta
Lauren Summer
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi
Allyson Joy
Chiara Biasi
Francesca Sofia Novello
Sofya Zhuk