La famiglia Cragnotti torna nel calcio

Presentata una scuola calcio per i bambini, con l'obiettivo dichiarato di farli “giocare e sognare”, come è lo slogan della struttura.

Cragnotti

La famiglia Cragnotti ritorna nel calcio, ripartendo con una scuola calcio per i bambini, con l’obiettivo dichiarato di farli “giocare e sognare”, come è lo slogan della struttura.

Venerdì scorso presso il Circolo Sportivo Flaminio di Roma è stata presentata l’associazione sportiva “Cragnotti Football Club”, una scuola calcio che ha come obiettivo iniziale quello di creare squadre per il campionato Allievi (classe 2001 e 2002), Giovanissimi Provinciali (2003 e 2004) e la scuola calcio per i più piccoli (fino al 2012).

Massimo Cragnotti, figlio dell’ex presidente della Lazio del secondo scudetto, dopo aver lasciato la carica direttore generale della società biancoceleste, ricoperta a cavallo del nuovo millennio, ha deciso di ripartire dai bambini nella veste di ideatore, presidente e responsabile della Cragnotti FC. L’idea è piaciuta anche al padre Sergio Cragnotti, presidente della Lazio dello scudetto stagione 1999-2000, “che era molto contento quando gliene parlai”.

Il figlio dell’ex patron della Lazio tricolore ha precisato durante il corso della conferenza stampa che "per me questa è una grande possibilità per tornare nel mondo che amo, un mondo a cui ho dato tanto e che mi ha dato tanto; parto dal gradino più basso, che è la scuola calcio, ma crediamo di poter dare tanto a livello giovanile”.

Tanti i volti noti del mondo calcistico laziale che partecipano all’iniziativa: dal direttore tecnico Volfango Patarca (talent scout che scoprì e portò il giovanissimo Alessandro Nesta nella società biancoceleste) all’ex calciatore dell’ultimo scudetto Paolo Negro, che allenerà gli Allievi, ci saranno anche Giancarlo Mari, come tecnico degli Esordienti, e Enrico Fabbro che guiderà, invece, i Giovanissimi.

Proprio quest’ultimo raccontato il suo approdo alla nuova avventura: “Un mese fa ero in Tunisia ad allenare, poi ho sentito Volfango e sono tornato; alla famiglia Cragnotti sono legato professionalmente dal campionato vinto nelle giovanili nel 2001 con la squadra costruita da Patarca”.

Enrico Fabbro sulle prospettive della scuola calcio ha dichiarato che “all’inizio faremo fatica da avere una struttura ben consolidata, ma dovremo incanalare tutte le energie, la nostra sarà una scuola calcio che seguirà tecnologie classiche, ma anche moderne. Il rapporto sarà molto familiare, ma valuteremo anche la parte tecnica e tattica, il nostro fine è sociale, ma anche quello di creare il calciatore del futuro: non sono importanti i risultati che arriveranno, adesso abbiamo bisogno di iniziare; il nostro metodo sarà basato sulla serietà e sulla professionalità”.


ARTICOLI CORRELATI:

Il Portogallo si aggrappa a Cristiano Ronaldo
Il Portogallo si aggrappa a Cristiano Ronaldo
Zaza, infortunio più serio del previsto
Zaza, infortunio più serio del previsto
Serie B, le decisioni del giudice sportivo
Serie B, le decisioni del giudice sportivo
Juve Stabia-Benevento, multa per entrambe
Juve Stabia-Benevento, multa per entrambe
Serie A, sono 13 gli squalificati
Serie A, sono 13 gli squalificati
Il Var in B diventa una possibilità
Il Var in B diventa una possibilità
Under 17, Brasile amaro per l'Italia
Under 17, Brasile amaro per l'Italia
Cagliari, il sindaco si sbilancia sul nuovo stadio
Cagliari, il sindaco si sbilancia sul nuovo stadio
Milan, Mirabelli svela un retroscena su Bonucci
Milan, Mirabelli svela un retroscena su Bonucci
 
Bellissime a Eicma 2019: Giorgia Capaccioli
Le bellissime di Eicma 2019: Beatrice Silipigni
Le bellissime di Eicma 2019: Alessia Pasqualon
Le bellissime di Eicma 2019: Francesca Campione
Bellissime a Eicma 2019: Kate Fretti
Le bellissime di Eicma 2019: Alessia Dones
Le bellissime di Eicma 2019: Ilaria Prazzoli
Le bellissime di Eicma 2019: Sabrina Semeraro
Le bellissime di Eicma 2019: Sabrina Chiolerio
Le bellissime di Eicma 2019: Giada Bagnoli
Le bellissime di Eicma 2019: Federica Zucchieri
Le bellissime di Eicma 2019: Martina Bassi