Pernat: “Rossi alla riscossa, ultima chance per Lorenzo”

"Non possono sbagliare ancora, soprattutto Jorge".

Carlo Pernat fa le carte alla MotoGp per il 2018: "Sarà un anno più emozionante del 2017, ne sono sicuro al 100%. Perché lo dico? Perché quest'anno la Yamaha è uscita troppo presto dalla lotta dal Mondiale ed è la prima volta che succedeva. La Yamaha sarà nella lotta, è sempre stata un punto di riferimento, i suoi ingegneri metteranno a posto la moto e Valentino e Maverick saranno della partita. Sarà un anno emozionante soprattutto per questo motivo, poi vedremo se ci saranno anche altre Case che riusciranno a fare un salto".

Anche Jorge Lorenzo non potrà più sbagliare: "Lorenzo è obbligato a vincere per tanti motivi: perché è un 5 volte campione del mondo ed è un pilota fortissimo, perché è pagato una cifra molto alta, perché adesso la Ducati è una buona moto e infine perché è al secondo anno. Se non ci riuscisse, sarebbe una stagione buttata via e, in ogni caso vedo dura una riconferma alle stesse cifre per il 2019. Dovizioso? Non è stato un miracolato ha fatto un salto di qualità molto grosso e quando questo succede poi non si torna indietro".

Marquez è sempre l'uomo da battere: "Marc ha dimostrato di guidare la sua moto come si deve e la Honda lo deve ringraziare. Credo che batterà Valentino come numero di titoli, è giovane e ha ancora molta strada davanti a sé".

ARTICOLI CORRELATI:

Bomba di Carlo Pernat:
Bomba di Carlo Pernat: "Marquez in Ducati"
Marquez invoca ancora la pace con Rossi
Marquez invoca ancora la pace con Rossi
La Yamaha cambierà pelle
La Yamaha cambierà pelle
Paolo Beltramo mette in croce la Yamaha
Paolo Beltramo mette in croce la Yamaha
Nina Zilli canta gratis per i ducatisti
Nina Zilli canta gratis per i ducatisti
Crivillé 'diffida' di Valentino Rossi
Crivillé 'diffida' di Valentino Rossi
 
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi
Allyson Joy
Chiara Biasi
Francesca Sofia Novello
Sofya Zhuk
Karolina Bojar
Celeste Bright
Devin Brugman