Leclerc dimentica la rabbia e assolve la Ferrari

Il monegasco stempera le polemiche dopo l'ordine di scuderia al Gran Premio di Cina.

leclerc

Charles Leclerc ammette di essersi arrabbiato dopo l'ordine di scuderia della Ferrari al Gran Premio di Cina, con il terzo posto ceduto a Sebastian Vettel e una gara poi conclusa al quinto posto. Ma nel dopogara di Shanghai usa parole concilianti nei confronti del team, oltre che di grande speranza in vista del futuro.

"Se mi sono sentito sacrificato? No, sarebbe eccessivo dire qualcosa del genere - ha dichiarato il pilota del Cavallino -. Siamo una squadra e abbiamo provato a fare il miglior lavoro possibile per il team. Oggi non è andata bene per me, ma ci abbiamo provato. Non ho ancora parlato con l'ingegnere, ma immagino che sono rimasto così a lungo con queste gomme per provare a rallentare le Mercedes e aiutare Seb. Se fosse servito saremmo stati contenti, ma purtroppo non è andata così".

Leclerc ha quindi rilanciato: "Evidentemente non era la gara giusta per me, ma spero che la prossima vada meglio, già dalla qualifica. Queste sono situazioni sempre difficili da gestire, i dati a nostra disposizione sul computer di bordo non permettono di capire qual è il quadro preciso. Sicuramente in macchina ero frustrato, perché vedevo che Seb era passato ma non andava via, e che dietro di lui avevo danneggiato le gomme. Però c'è sicuramente una spiegazione dietro, io capisco che qualche volta le gare non vanno bene e farò di tutto perché la prossima volta vada meglio. Troveremo la risposta ai problemi della macchina, questo weekend non siamo stati forti come avremmo voluto".


ARTICOLI CORRELATI:

Leclerc:
Leclerc: "I pezzi nuovi funzionano"
Leclerc scatenato, di nuovo pole. Inseguono Hamilton e Vettel
Leclerc scatenato, di nuovo pole. Inseguono Hamilton e Vettel
Correa è fuori dal coma, ma la battaglia è ancora lunga
Correa è fuori dal coma, ma la battaglia è ancora lunga
Hamilton mette subito le cose in chiaro
Hamilton mette subito le cose in chiaro
Singapore, subito guai per Leclerc
Singapore, subito guai per Leclerc
Kubica divorzia, dubbi sul futuro in F1
Kubica divorzia, dubbi sul futuro in F1
Binotto:
Binotto: "Dobbiamo aiutare Vettel"
Singapore, Charles Leclerc mette le mani avanti
Singapore, Charles Leclerc mette le mani avanti
Correa, le condizioni restano gravi
Correa, le condizioni restano gravi
 
Grid Girls: Paula Gomez Ruiz e Irina Morales Urbano
Grid Girls: Alice Brivio
Grid Girls:  Camilla Bello' e Alessia Puccia
Grid Girls: Giulia Zanellato
Grid Girls: Lara Arluni e Neneh Riemeijer
Grid Girls: Jennifer Ciancio e Lucia Cossu
Grid Girls: Valeria Paniconi
Grid Girls: Giorgia Capaccioli
Claudia Nargi
Le foto più belle di Agustina Gandolfo
Il ritorno di Larissa Riquelme: le foto
Le foto più belle di Elina Svitolina