Hamilton: "Vettel ha commesso un errore"

"Ma non è questo il modo in cui avrei voluto vincere" aggiunge l'inglese.

hamilton

"Non è questo il modo in cui avrei voluto vincere, ma l'ho forzato per commettere un errore. Ho dovuto allargare, è un peccato ma queste sono le corse". Lo ha dichiarato Lewis Hamilton al termine del Gran Premio del Canada, andato in scena a Montreal, che lo ha visto vincere per la penalità di 5 secondi inflitta a Sebastian Vettel. "Lui ha la sua opinione, ma quando ritorni in pista devi cercare di essere sicuro e di mantenere la sicurezza - ha proseguito il pilota della Mercedes a fine gara - Se potevo superarlo? Alla fine no perché faticavamo con i freni, quando lui ha commesso l'errore ero più vicino. Sarebbe stato difficile superarlo in pista".

Infine un ringraziamento al team per il lavoro svolto nelle ore pre-gara quando si è palesato un problema di natura idraulica: "Voglio soltanto dire grazie al mio team perché non sarei qui stasera se non ci fosse stato il loro lavoro".

ARTICOLI CORRELATI:

Alonso non scarta il grande ritorno in Ferrari
Alonso non scarta il grande ritorno in Ferrari
La Ferrari fa retromarcia: niente appello
La Ferrari fa retromarcia: niente appello
Vettel penalizzato, la Ferrari presenta ricorso
Vettel penalizzato, la Ferrari presenta ricorso
Mattia Binotto snobba Toto Wolff
Mattia Binotto snobba Toto Wolff
Vettel:
Vettel: "Decisione assurda"
Vince Hamiton, Vettel è una furia
Vince Hamiton, Vettel è una furia
Prima pole di Vettel, la Ferrari torna a sorridere
Prima pole di Vettel, la Ferrari torna a sorridere
Leclerc e Vettel non si fidano
Leclerc e Vettel non si fidano
Hamilton sbatte, le Ferrari volano
Hamilton sbatte, le Ferrari volano
 
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018