Pisa, Corrado tra passato e presente

L'ad del club toscano ha rilasciato una lunga intervista svelando diversi retroscena.

Pisa

Giovanni Corrado, ad del Pisa, in una lunga intervista rilasciata a Gianlucadimarzio.com, ha parlato del club toscano ripercorrendo le tappe dell’acquisizione del club e parlando anche della stagione attuale.

“In questi giorni, nel dicembre 2016, stavamo chiudendo l’operazione per l’acquisizione della società - racconta Corrado -. Tutto era nato dall’invito di Andrea Abodi di salvare il Pisa. Ci aveva conosciuto ai tempi del Parma e aveva preso gusto a chiamarci quando le situazioni diventavano complicate. Qui, rispetto a Parma venendo l’anno prima dalla C, i numeri erano inferiori e quindi c’era ancora un flebile margine di salvataggio. La trattativa con la vecchia proprietà è stata lunghissima, a tratti snervante, senz’altro non priva di colpi di scena. Il momento più brutto è stato quando ci siamo ritrovati a casa dell’ex presidente a trattare, chiusi in un stanza per ore e ore con in mezzo un tavolo che sembrava un ring. Ci parlavamo e dopo un certo lasso di tempo noi e lui tornavamo negli angoli della stanza con i nostri rispettivi legali. Ma ce ne sono stati tanti altri di momenti poco simpatici. Ricordo la prima volta che sono venuto a Pisa in occasione della sfida contro il Bari all’Arena. La trattativa sembrava chiusa, invece, torniamo a casa e troviamo la sorpresa: il rifiuto a trattare della vecchia proprietà. Alla fine, però, dopo tre mesi di notti insonni ce l’abbiamo fatta. Benché poi, anche una volta chiusa, abbiamo trovato qualche sorpresa inaspettata”.

Sulla stagione in corso Corrado non si sbilancia: “Sicuramente qualche punto lo abbiamo perso per strada, ma le stagioni sono lunghe. E poi non scordiamoci che in estate abbiamo cambiato la rosa da cima a fondo, con 14-15 elementi nuovi. Io non so quante squadre che sono nella nostra posizione di classifica giocano ogni domenica con quattro under titolari. Serve pazienza, oltre alla coerenza e ad una fede assoluta nel lavoro che si fa”.


ARTICOLI CORRELATI:

Fiorentina ultima: non basta Ribery, pari Atalanta al 95'
Fiorentina ultima: non basta Ribery, pari Atalanta al 95'
Ancelotti applaude:
Ancelotti applaude: "Napoli in crescendo"
Poker Napoli, la Roma ringrazia Dzeko
Poker Napoli, la Roma ringrazia Dzeko
Balotelli:
Balotelli: "Sfidare Ronaldo non mi esalta"
Pisa, D'Angelo:
Pisa, D'Angelo: "C'è rammarico, grande partita"
Milan, altro duro attacco di Salvini
Milan, altro duro attacco di Salvini
Sampdoria-Torino, rischio rinvio
Sampdoria-Torino, rischio rinvio
Lukaku demolisce il Milan:
Lukaku demolisce il Milan: "Non ha fatto nulla"
Juventus, un altro record per Buffon
Juventus, un altro record per Buffon
 
Grid Girls: Paula Gomez Ruiz e Irina Morales Urbano
Grid Girls: Alice Brivio
Grid Girls:  Camilla Bello' e Alessia Puccia
Grid Girls: Giulia Zanellato
Grid Girls: Lara Arluni e Neneh Riemeijer
Grid Girls: Jennifer Ciancio e Lucia Cossu
Grid Girls: Valeria Paniconi
Grid Girls: Giorgia Capaccioli
Claudia Nargi
Le foto più belle di Agustina Gandolfo
Il ritorno di Larissa Riquelme: le foto
Le foto più belle di Elina Svitolina