Non basta Diamanti: Perugia corsaro a Livorno

Gli umbri ribaltano nella ripresa il vantaggio dei labronici, la cui classifica è drammatica.

calcio

Livorno-Perugia 2-3 regala spettacolo allo stadio Armando Picchi, ma conferma il periodo tutt'altro che facile per i labronici, incapaci di riscattarsi dopo la sconfitta del turno precedente contro la Salernitana.

Già al 13' arriva il vantaggio ospite, con Vido che può affondare indisturbato tra le maglie della difesa del Livorno e servire a Melchiorri la palla dell'1-0. Prima dell'intervallo arriva però la scossa giusta per i padroni di casa, guidati da un ispiratissimo Diamanti: suo il pareggio al 32', con un bel sinistro su assist di Agazzi, così come il rigore che al 39' porta il Livorno in vantaggio.

La ripresa però cambia di nuovo tutto: al 53' Verre pareggia di nuovo, a un quarto d'ora dalla fine arriva il decisivo rigore trasformato da Vido. Umbri in ripresa, con la zona playoff che ora è vicina. Piange invece la classifica del Livorno, sul fondo con i suoi soli 5 punti raccolti fin qui.

ARTICOLI CORRELATI:

Oddo:
Oddo: "Trasmettere i valori del vecchio Milan non è semplice"
Filippo Galli tra passato e presente
Filippo Galli tra passato e presente
E' nato 120Milan,  la voce dei diavoli rossoneri
E' nato 120Milan, la voce dei diavoli rossoneri
Cagliari, si ferma Pavoletti
Cagliari, si ferma Pavoletti
Addio a Moretti, i tifosi fanno una richiesta alla società
Addio a Moretti, i tifosi fanno una richiesta alla società
Castro su Maran:
Castro su Maran: "E' il mio padre calcistico"
Torino, Moretti annuncia il ritiro
Torino, Moretti annuncia il ritiro
Scaloni:
Scaloni: "Icardi? Ho scelto i migliori"
Cessione Samp, fumata nera
Cessione Samp, fumata nera
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta