Joao Pedro fermato per sei mesi

Il centrocampista brasiliano del Cagliari potrà tornare in campo già a settembre dopo la positività ad un diuretico vietato.

La carriera di Joao Pedro si ferma. Ma solo per sei mesi. Niente stangata, come temuto, per il capitano del Cagliari, che si è visto infliggere questa punizione dalla prima sezione del Tribunale nazionale antidoping di Nado Italia per l'accusa di aver fatto uso di droclorotiazide, un diuretico vietato ritrovato nelle urine del brasiliano al termine delle partite contro Sassuolo e Chievo. La procura aveva chiesto una squalifica di quattro anni per Joao Pedro, che era rientrato in campo proprio domenica scorsa sul campo della Fiorentina dopo la fine della sospensione cautelare di due mesi e che potrà quindi tornare a giocare già il 16 settembre prossimo.

"Hanno creduto nella mia buona fede e per me già questa è una vittoria. E' scontato dire che tornerò più forte di prima. Mi dispiace solo non poter aiutare la squadra nell'ultima giornata di campionato, ma anche senza di me il Cagliari se la caverà alla grande" le parole di Joao Pedro dopo la sentenza.

ARTICOLI CORRELATI:

Lega Pro e Serie D, stop per lutto
Lega Pro e Serie D, stop per lutto
La Lega risponde a Tebas:
La Lega risponde a Tebas: "Sorpresi e amareggiati"
Serie A, fissate le date dei recuperi
Serie A, fissate le date dei recuperi
C'è Ronaldo, D'Anna non si scompone
C'è Ronaldo, D'Anna non si scompone
Pallotta replica:
Pallotta replica: "Cosa fuma De Laurentiis?"
Nuova Argentina, ci sono Icardi e Lautaro
Nuova Argentina, ci sono Icardi e Lautaro
 
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi
Allyson Joy
Chiara Biasi
Francesca Sofia Novello
Sofya Zhuk
Karolina Bojar
Celeste Bright
Devin Brugman