Il Livorno torna in B con Piacenza nel destino

Gli amaranto pareggiano contro la Carrarese e ringraziano il colpaccio degli emiliani a Siena.

livorno, tifosi

Quando c’è da festeggiare, per il Livorno, c’è sempre di mezzo Piacenza. Se nel 2004 il “Garilli” fu teatro della storica promozione in A dopo 55 anni di attesa dei labronici di Walter Mazzarri, 14 anni dopo gli amaranto ringraziano gli emiliani per il successo 2-0 in casa del Siena che ha spalancato alla squadra di Sottil le porte della Serie B, dove il Livorno torna dopo due anni di attesa.

Questo l’esito del girone A della Serie C, che si risolve con 90’ d’anticipo: al Livorno è bastato pareggiare 1-1 in casa contro la Carrarese dell’ex Tavano (gol di Cais e Vantaggiato) per portare a tre i punti di vantaggio sul Siena, in svantaggio negli scontri diretti.

Per la società del presidente Spinelli si conclude nel migliore dei modi un’annata molto tribolata: dopo un girone d’andata dominato e chiuso con 10 punti di vantaggio sul Siena, il Livorno è entrato in crisi nel ritorno, fino all’esonero di Sottil, sostituito da Luciano Foschi per appena quattro giornate, prima del rush finale vincente.

ARTICOLI CORRELATI:

Empoli, Corsi:
Empoli, Corsi: "Tutto come previsto"
Michel Platini torna ad allenare
Michel Platini torna ad allenare
Inter, Wanda Nara difende Icardi
Inter, Wanda Nara difende Icardi
Nainggolan polemico con la Roma
Nainggolan polemico con la Roma
Gattuso:
Gattuso: "Il derby ci ha tolto l'anima"
Montella:
Montella: "Abbiamo onorato il campionato"
Il Verona raggiunge il Cittadella: una veneta andrà in A
Il Verona raggiunge il Cittadella: una veneta andrà in A
Serie A 2018-2019, tutti i verdetti
Serie A 2018-2019, tutti i verdetti
Atalanta e Inter in Champions, Empoli in B
Atalanta e Inter in Champions, Empoli in B
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta