Il Pordenone vede la B e cambia casa

Neroverdi a un passo dalla storica promozione, ma c'è il problema stadio.

Campo generico porta

La vittoria nello scontro diretto con la Triestina ha avvicinato sensibilmente il Pordenone allo storico traguardo della promozione in Serie B.

La squadra di Tesser ha dieci punti di vantaggio sugli alabardati a otto giornate dalla fine del campionato e può iniziare a programmare il debutto tra i cadetti.

Uno dei primi nodi da affrontare è quello relativo allo stadio. Il “Bottecchia” necessita di lavori e potrebbe non essere a disposizione per le prime giornate. In tal caso, secondo quanto riferisce Il Gazzettino, i ramarri potrebbero iniziare il campionato alla 'Dacia Arena', la casa dell'Udinese.

"Siamo pronti a parlare con Mauro Lovisa. confermiamo la disponibilità del nostro stadio, anche se dobbiamo ancora incontrarci per chiarire i dettagli tecnici dell’operazione" ha detto Gino Pozzo, figlio del patron dell'Udinese Giampaolo.

Il Pordenone potrebbe quindi seguire l'esempio del Portogruaro, che emigrò a Udine nelle prime giornate del campionato 2010-2011, l'unico giocato in B dai granata.

ARTICOLI CORRELATI:

Ciofani si consola con il
Ciofani si consola con il "Cesarini"
Caso playout, Gravina fissa la data
Caso playout, Gravina fissa la data
Fiorentina-Genoa, Perinetti respinge le accuse
Fiorentina-Genoa, Perinetti respinge le accuse
Empoli, Corsi:
Empoli, Corsi: "Tutto come previsto"
Michel Platini torna ad allenare
Michel Platini torna ad allenare
Inter, Wanda Nara difende Icardi
Inter, Wanda Nara difende Icardi
Nainggolan polemico con la Roma
Nainggolan polemico con la Roma
Gattuso:
Gattuso: "Il derby ci ha tolto l'anima"
Montella:
Montella: "Abbiamo onorato il campionato"
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta