Hart confessa: "Sono devastato"

L'ex Torino, ora al West Ham, non andrà ai Mondiali.

Hart

Dopo la mancata convocazione di Joe Hart ai Mondiali, il portiere ex Torino ha espresso il suo malcontento tramite il suo account Instagram: "Non voglio mentire, sono devastato. Dopo due anni in cui ho cercato di reagire a situazioni difficili, è davvero dura per me accettare questa decisione. Sono orgoglioso di aver giocato ogni minuto nelle qualificazioni con la mia squadra e so di aver contribuito agli ottimi risultati. Buona fortuna alla squadra. I giocatori sanno che anche se non ci sarò, seguirò con indosso la maglietta dell’Inghilterra e farò il tifo per loro. Nessuna paura. Tre leoni e tanto orgoglio".

L'estremo difensore classe 1987 ha disputato 75 gare con la maglia della nazionale dal 2008 ma per il prossimo campionato mondiale il commissario tecnico dell'Inghilterra Gareth Southgate ha preferito convocare Jack Butland dello Stoke City, Jordan Pickford dell'Everton e Nick Pope del Burnley.

ARTICOLI CORRELATI:

"Motivi familiari": Luis Enrique lascia la Spagna
Scandalo Qatar 2022, rilasciato Platini
Scandalo Qatar 2022, rilasciato Platini
Copa America, delusione Brasile
Copa America, delusione Brasile
Caso Platini, nuove rivelazioni di Blatter
Caso Platini, nuove rivelazioni di Blatter
Amaro Montenegro: rispedito a casa
Amaro Montenegro: rispedito a casa
Scandalo Qatar 2022,
Scandalo Qatar 2022, "Michel Platini fermato in Francia"
Copa America, brilla l'Uruguay
Copa America, brilla l'Uruguay
Dramma Muriel, Coppa America già finita
Dramma Muriel, Coppa America già finita
Argentina, esordio choc in Coppa America
Argentina, esordio choc in Coppa America
 
Le foto piu' belle di Camila Giorgi
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta