Ramagli cerca l'impresa con Mesicek

Il coach di Pistoia esalta le doti di Brindisi e parla anche dell'impiego dell'ex.

Ramagli

A Pistoia servirà una prova di spessore per pensare di poter andare al PalaPentassuglia a compiere quella che sarebbe un'autentica impresa: "La loro classifica, i 100 punti segnati nelle ultime tre partite, la gara di andata, ci dicono che Brindisi è la squadra più inaspettatamente in alto di tutto il campionato - osserva Ramagli -. Questo, credo, principalmente per due fattori: la chimica, e qui grande merito va dato allo staff tecnico e alla disponibilità dei giocatori, e la loro grande difesa, perché Brindisi non è semplicemente una squadra che rifila 100 punti a Sassari, con Milano o a Pesaro, ma anzi il loro punto di forza è il dinamismo, l'intensità e la mobilità del loro apparato difensivo. Sono una squadra molto pericolosa così come pericoloso è il nostro inizio di girone di ritorno, in cui, tranne con Pesaro, abbiamo affrontato tutte squadre di alto livello, come Venezia, Milano o appunto Brindisi: questo tour de force però non ci deve condizionare, perché nella nostra situazione di classifica ogni gara deve essere una battaglia da andare a fare con grande faccia tosta e un'occasione da provare a sfruttare, perché il nostro bisogno di punti è tale che non possiamo fare calcoli".

A Brindisi, l'ultimo arrivato in casa biancorossa, Blaz Mesicek, affronterà la sua ex squadra: "Il giocatore si è subito inserito bene sul piano tecnico ma è da valutare, anche nel suo caso, il discorso legato alla condizione fisica - aggiunge il coach biancorosso -. Non giocava una partita da dicembre, ha appena messo una settimana di lavoro nelle gambe e quindi indubbiamente, anche se negli ultimi giorni abbiamo scaricato un po', ci sta che atleticamente non sia brillante. Ci aspettiamo che comunque domani possa dare il suo contributo, sempre però ovviamente in rapporto a quella che è la sua specifica situazione".


ARTICOLI CORRELATI:

Blatt choc:
Blatt choc: "Ho la sclerosi multipla"
Pietro Aradori furente dopo il taglio in Nazionale
Pietro Aradori furente dopo il taglio in Nazionale
Anche la Turchia batte l'Italia
Anche la Turchia batte l'Italia
Italia ancora battuta, Sacchetti continua per la sua strada
Italia ancora battuta, Sacchetti continua per la sua strada
La U16 salva una stagione da brivido
La U16 salva una stagione da brivido
Italia travolta, Sacchetti non ci sta
Italia travolta, Sacchetti non ci sta
Strapotere Serbia, l'Italia è stesa
Strapotere Serbia, l'Italia è stesa
Altro 'taglio' per coach Sacchetti
Altro 'taglio' per coach Sacchetti
Belinelli:
Belinelli: "Ecco dove dobbiamo migliorare"
 
Le foto più belle di Agustina Gandolfo
Il ritorno di Larissa Riquelme: le foto
Le foto più belle di Elina Svitolina
Le foto piu' belle di Camila Giorgi
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana Linck, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Le più belle foto di Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman