Boban: "Dramma Milan, troppo per Brocchi"

Zvonimir Boban, dopo aver espresso il suo parere domenica da opinionista a Sky Sport, ha fatto il punto della situazione sul Milan anche lunedì mattina a Radio Anch'io Sport: "Non vedo nulla di positivo, non si può guardare una partita ma una foto di quello che ci sta offrendo il Milan. Se è positivo stare 0-2 e 1-3 e poi rimontare con due rigori strani: vero, c'è stata la reazione, ma se guardiamo più in alto vediamo un dramma che si sta consumando e sta frantumando un Milan che è arrivato lì dove non era più da trent'anni".
 
"Mihajlovic era riuscito a creare un team che respirava insieme e stava facendo discretamente bene. Brocchi non doveva accettare il ruolo ma lo capisco, ha poche colpe, a parte quella di non aver capito che la storia era troppo grande per lui".
 
"Non è più il Milan di Berlusconi da 9-10 anni e il presidente avrebbe dovuto capirlo per proteggere la sua storia, ma non ci riesce. Ora c'è confusione totale, disordine in società, ruoli doppi e indefiniti, non da Berlusconi. Galliani? Un grande manager, ma l'area tecnica è un'altra cosa - conclude l'ex numero 10, che fa un nome -. Paolo Maldini, per quello che è stato e per la sua integrità morale. Non vederlo nel Milan non è assurdo, è molto peggio. E se dovessero arrivare investitori stranieri, dico che è un futuro che sta avvenendo, una realtà che capita in tutto il mondo. C'è un rammarico romantico, ma va accettato".

ARTICOLI CORRELATI:

Tavecchio:
Tavecchio: "Ranieri, ora la Nazionale"
Juve, il trequartista arriva da Parigi
Juve, il trequartista arriva da Parigi
Caso Higuain, Mediaset al contrattacco
Caso Higuain, Mediaset al contrattacco
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium