Padel generation: un mercato che vola

3 Ottobre 2021

Corpo, mente, spirito, tutti messi in azione dalla Padel generation. È lo sport col trend di crescita più rapida. La sua “anima” si sprigiona in una racchetta più ludica che sportiva, in un campo più teatro emozionale che agone di sofferenza. E in un lifestyle più bagnasciuga anni Cinquanta con Juke-Box di sottofondo che: “Silent please” e tutti rigorosamente bianco vestiti. Il Padel secret è poter suonare una piccola sinfonia sportiva anche solo conoscendo qualche nota. Non è il tennis, al quale porterà rispetto e riconoscenza in eterno, derivandone in parte, ma non è da meno come performance sportiva e conquista di più. Il Padel “contagia”.

Ci voleva che arrivasse a tutti questa disciplina che emana vibrazioni emozionali potenti da cancellare i residui claustrofobici dei lock-down. Ci voleva che arrivasse sotto forma di una miriade di campi ora a nostra disposizione. E la fortuna è doppia per noi sportivi italiani, perché nel resto del mondo non è così. Da noi i campi li troviamo ovunque: la diffusione sul territorio nazionale è impressionante: 3.405 sono complessivamente i campi, 937 dei quali indoor, il che ci porta a scegliere a stretto giro dove divertirci. La regione con più strutture è il Lazio e il numero di praticanti italiani è compreso tra le 350 e le 400 mila unità. La quantità di ore prenotate è stata, nel 2020, di circa 1.7 milioni ed è in incremento nel 2021.

Andare avanti con sequenze di numeri è un ginepraio di dati in crescendo: la realtà è che è inarrestabile la diffusione di questo sport, esploso su ogni fronte geografico e di età: dai sette anni ai senior, alle famiglie, sui campi e senza preclusione alcuna, sono tutti benvenuti. Dettaglio importante: il doppio lockdown ne ha favorito l’accelerazione, perché l’anima “Sport&Green” del Padel cattura ogni fascia di età ad ogni livello di condizione fisica. Perché succede? Perché questo geniale gioco sportivo è semplice e divertente.

A proposito di Padel generation, cominciano a comparire anche prodotti specifici come questa calza autoadattante Walkstreet Aeration Padel, che favorisce il flusso di aria al piede, e fornisce massima resistenza all’usura con sempre il giusto livello di comfort.

Molti “Padelisti” o “Padeleri” per usare un termine caro agli spagnoli (il Padel nasce in Argentina e si espande nei paesi latini) provengono dal tennis, ma un gran numero sta confluendo da altri distretti sportivi, sostituiti col Padel in ragione anche del distanziamento e della sicurezza. In Italia, una grande fetta di ex atleti e soprattutto calciatori, che come influencer agiscono a favore della sua diffusione, è stata catturata dall’immediatezza con cui, una volta presa la racchetta in mano, chiunque può iniziare a giocarci. Resta solo un problema adesso: quello di muoversi veloci a prenotare un campo. E occhio alla “Vibora”, che non è difficile da imparare.

Foto di Oliver Sjöström da Pexels

©

ULTIME NOTIZIE:

Scarpe gravel: quali usare sulle bici da ghiaia
Respirazione nuoto stile libero: come migliorarla
Come bruciare i grassi correndo
Sospensioni della mountain bike: meglio a molla o ad aria?
In bici con la pioggia: 8 consigli per pedalare in sicurezza
Quattro abbinamenti alimentari che contribuiscono al nostro benessere
 
Napoli - Legia Varsavia 3-0: le pagelle
Lazio-Marsiglia 0-0, le pagelle
Quanto ne sai sulla Serie A degli anni '90? Rispondi al quiz
Zenit-Juventus 0-1, le pagelle
Brutto infortunio per Romelu Lukaku: le foto
Inter-Sheriff 3-1, le pagelle
Amandine Henry, la calciatrice bella da far girare la testa. Le foto
Kosovare Asllani, le foto della bellissima calciatrice