Le luci in bicicletta non sono obbligatorie anche di giorno: cosa dice la Legge

20 Novembre 2021

Con le modifiche al Codice della Strada entrate in vigore il 10 novembre 2021 si è diffusa la notizia secondo la quale le luci in bicicletta sarebbero obbligatorie anche di giorno. Il che ha generato un po’ di panico soprattutto in chi utilizza la bici per sport, tanto in strada quanto fuori strada, con il timore di essere multati. In realtà bastava leggere l’articolo 152 per come è stato modificato per capire che le cose rimangono sostanzialmente simili a prima.

Le luci in bicicletta non sono obbligatorie anche di giorno: ecco cosa dice l’articolo 152

Come detto, è l’articolo 152 delle modifiche di legge pubblicate in Gazzetta Ufficiale a chiarire i termini della questione sulle luci in bicicletta:

2. I dispositivi di segnalazione di cui alla lettera c) del comma 1 devono essere funzionanti da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere e anche di giorno nelle gallerie, in caso di nebbia, di caduta di neve, di forte pioggia e in ogni altro caso di scarsa visibilita’, durante la marcia sia nei centri abitati che fuori dai centri abitati

Vediamo di interpretare: i “dispositivi di segnalazione di cui alla lettera c) del comma 1” altro non sono che i dispositivi di illuminazione anteriore e posteriore di una bicicletta (o meglio velocipedo, come è chiamato nel codice della strada). Esattamente come prima del 10 novembre questi sono obbligatori e devono essere funzionanti da mezz’ora dopo il tramonto a mezz’ora prima del sorgere del sole. Che poi qualcuno possa stabilire in maniera oggettiva quando sorge e tramonta il sole nel corso di una contestazione in strada da parte delle forze dell’ordine è un altro paio di maniche, ma di fatto non appena comincia a far buio e fintanto che non fa luce, in strada in bicicletta bisogna avere le luci accese, sia davanti che dietro.

Poi, esattamente come prima del 10 novembre, in condizioni di scarsa visibilità è obbligatorio rendersi visibili agli altri veicoli nonché ai pedoni. E sono appunto i casi elencati nell’articolo 152: nebbia, nevicata, galleria, forte pioggia e comunque scarsa visibilità (tempesta di sabbia? Eclissi solare? Chi più ne ha più ne metta).

Quindi, alla fine, le luci in bicicletta non sono obbligatorie anche di giorno, e nessuno multerà mai un ciclista che in una giornata di sole pedala senza dispositivi di illuminazione accesi e funzionanti. Ma lo sono – ed è anche una questione di buonsenso – ogni qual volta la prudenza, il buon senso e il senso di responsabilità suggeriscono che è meglio rendersi visibili e vedere meglio dove si sta andando.

Foto di Karol D da Pexels

©

ULTIME NOTIZIE:

Livigno Carosello 3000: 5 ragioni per andarci in inverno
Attrezzatura da scialpinismo: quale serve?
5 angoli imperdibili nel trekking sul Lago di Lucerna
3 ricette per cucinare con i fiori: quali scegliere e come prepararli
Le 10 spiagge più colorate del mondo
Riapertura impianti Marmolada: si scia dall’8 dicembre sulla vetta più alta delle Dolomiti
 
Napoli - Atalanta 2-3: le pagelle
Salernitana-Juventus 0-2, le pagelle
Milan-Sassuolo 1-3, le pagelle
Juventus-Atalanta 0-1, le pagelle
Atletico Madrid-Milan 0-1, le pagelle
Fiorentina-Milan 4-3, le pagelle
Lazio-Juventus 0-2, le pagelle
Vidal, ma cosa combini? Le foto: è andata bene