Il futuro di Gianmarco Tamberi nel basket 3×3: suggestione o possibilità concreta?

4 Agosto 2021

Gianmarco Tamberi, assieme a Marcell Jacobs, è senza dubbio l’uomo del momento in Italia.
Ma quale sarà il futuro dell’oro olimpico 2021 nel salto in alto? A 29 anni la sua carriera nell’atletica sta ormai volgendo al termine, e una sua partecipazione alle Olimpiadi di Parigi 2024 appare poco probabile.
La passione viscerale di “Gimbo” per la pallacanestro non è mai stata un segreto: avrete notato che, dopo una delle sue prodezze nella finale di domenica 1° agosto, per esultare ha mimato la tecnica di tiro nel basket. In passato ha partecipato a diversi tornei di “tre contro tre”, nel 2020 è stato testimonial della Zurich alle Final Eight di Coppa Italia e da piccolo sognava di fare il cestista.
E se il suo futuro “post-atletica” fosse proprio nel basket 3×3, uno degli sport più in voga del momento?

Il futuro di Gianmarco Tamberi nel basket 3×3 secondo Gigi Datome

A parlare della potenziale carriera di Gianmarco Tamberi nel basket 3×3 è stato Gigi Datome, giocatore dell’Olimpia Milano e grande amico di “Gimbo”.
I due, assieme a un altro protagonista delle Olimpiadi di Tokyo 2020 (Gregorio Paltrinieri), nell’estate 2019 hanno organizzato il “#GGG” a Cervia, un torneo benefico di “tre contro tre” che ha riscosso un discreto successo a livello nazionale. “Starebbe per ore e ore sul parquet”, ha detto Datome in un’intervista per la Gazzetta dello Sport,“lui è il giocatore perfetto per il tre contro tre, il campetto lo esalta alla grande. Secondo me potrebbe provarci in maniera seria”.
Effettivamente, Gianmarco Tamberi ha tutte le caratteristiche per cavarsela nel 3×3, uno sport “nuovo” in cui troverebbe lo spazio e la fiducia per emergere in breve tempo (dopo aver chiuso con l’atletica).

Atletismo, fantasia, passione e (sana) incoscienza: Tamberi è perfetto per il basket 3×3

Chi ha avuto la fortuna di osservare Tamberi su un campo da basket, lo sa. Gimbo è atletico, estroso, schiaccia a canestro con facilità ed è anche uno “showman”: ama far divertire la gente, entrare in connessione con il pubblico e stupire con passaggi e azioni spettacolari.
E poi, secondo Datome, è anche valido dal punto di vista tecnico: “Gioca veramente bene, è un agonista vero e completo. E ha un bel rilascio del tiro, proprio quel gesto che ha imitato dopo aver saltato 2.35”. Un altro ingrediente fondamentale per passare dall’atletica al basket 3×3 dopo i 30 anni è la passione, e quella non manca. Serve anche un po’ di follia e un pizzico di incoscienza, che Tamberi ha sempre avuto nel suo bagaglio emotivo.
“Magari a una prossima Olimpiade lo ritroveremo con la canottiera dell’Italia proprio nel tre contro tre, è la sua reale dimensione nel basket”, ha aggiunto Datome.
[Photo by: Eurosport / YouTube]

©

ULTIME NOTIZIE:

I 10 motivi per cui la vita all’aria aperta deve essere la priorità
L’integrazione ha un nuovo punto di riferimento: Scott Patron eRide 2022
Amici o famiglia? Ecco il segreto per essere felici
Castagne in Trentino: dove trovarle e raccoglierle
8 motivi per fare una grigliata in autunno
Il Cammino dei Briganti: trekking sulle mulattiere dimenticate tra Abruzzo e Lazio
 
Spezia-Milan 1-2, le pagelle
Torino-Lazio 1-1, le pagelle
Sampdoria-Napoli 0-4, le pagelle
Milan-Venezia 2-0: le pagelle
Fiorentina-Inter 1-3, le pagelle
Juventus-Milan 1-1, le pagelle
Liverpool-Milan 3-2, le pagelle
Malmoe-Juventus 0-3, le pagelle