Il dilemma: meglio MTB o bici da strada?

3 Novembre 2021

Stai pensando di comprare la tua prima bici e non ti sei ancora chiarito le idee circa il fatto se sia meglio MTB o bici da strada? Bella questione, che risale almeno alla notte dei tempi ciclistici e che più o meno ogni negoziante di biciclette e ogni appassionato di due ruote si è sentito porre almeno una volta nella vita. Con in più ora almeno un paio di varianti sul tema: e la gravel? E quelle elettriche?

Il dilemma: meglio MTB o bici da strada?

Detto che sostanzialmente paragonare MTB o bici da strada è come confrontare mele e pomodori (sono entrambi sferici, possono essere entrambi rossi, puoi mettere le mele nell’insalata e mangiare i pomodori per colazione, ma non sono la stessa cosa), abbiamo provato a elencare 5 pro e contro di entrambe le tipologie di bici.

1. Niente traffico

Non c’è storia, vince la MTB: sterrati di campagna, sentieri di montagna, neve e sabbia (con le fat bike) sono tutti percorsi preclusi tanto alle auto quanto alle road bike. Quindi se bici per te è sinonimo di fuga dal traffico, vai di MTB.

> Leggi anche: Cos’è una bici gravel

2. Velocità

Anche qui il pareggio non è contemplato e vince nettamente la bici da strada: più leggera, con ruote di diametro più ampio e una posizione più aerodinamica, è la bicicletta giusta se vuoi l’emozione del vento nei capelli.

> Leggi anche: I libri da leggere prima di una vacanza in bicicletta

3. 4 stagioni

Se cerchi una bici da usare da gennaio a dicembre, con il sole come con neve e pioggia, in vacanza come per i brevi tragitti urbani casa-lavoro, allora vai di MTB: la strada in inverno è per veri ciclisti, sia per il freddo che per le condizioni dell’asfalto, mentre le ruote più larghe e ben tassellate trovano il loro godimento anche nelle peggiori condizioni climatiche. E se poi hai la necessità di salire e scendere dai marciapiedi e di dover attraversare rotaie del tram districandoti anche in città, tutti elementi che fanno pendere la bilancia a favore della MTB.

> Leggi anche: Cos’è una fat-bike

4. Lunghe distanze

Se hai in testa di passare le domeniche o le vacanze in sella alla bici, pedalando per chilometri e chilometri assorto nei tuoi pensieri e nell’etica della fatica ciclistica, allora ci vuole una road bike: la postura, che all’inizio può sembrare poco naturale, alla lunga è la più ergonomica, con il peso che grava sulla sella e sul manubrio con tutti i benefici per la schiena.

> Leggi anche: Cos’è una e-bike

5. Bambini

Nel seggiolino posteriore (o nel carrellino al traino). Se non vuoi lasciare a casa i marmocchi e questi non sono ancora in grado di pedalare autonomamente al tuo fianco, è il caso di scegliere una MTB: è più stabile, ha più grip e ti permette una posizione in sella da cui interagire più facilmente con il pargolo al traino.

> Leggi anche: 11 norme del Codice della strada che riguardano i ciclisti

Credits: FlickrCC Joel Dinda

©

ULTIME NOTIZIE:

X-Bow, la nuova sella di Selle Italia per gravel e MTB
Il Sentiero svizzero dei Passi Alpini: trekking tra i 4000 del Vallese
Lenti a contatto, freddo, neve e montagna: tutti i consigli
Sciare a Salice D’Ulzio, tutte le informazioni su impianti, piste e skipass
Maglie termiche da running, le migliori per correre col freddo
Le donne sono maratonete migliori degli uomini
 
Salernitana-Juventus 0-2, le pagelle
Milan-Sassuolo 1-3, le pagelle
Juventus-Atalanta 0-1, le pagelle
Atletico Madrid-Milan 0-1, le pagelle
Fiorentina-Milan 4-3, le pagelle
Lazio-Juventus 0-2, le pagelle
Vidal, ma cosa combini? Le foto: è andata bene
Melanie Leupolz, l'incantevole calciatrice del Chelsea. Le foto