Escursioni in Liguria: i 6 percorsi migliori della Riviera di Ponente

22 Giugno 2021

La Liguria, con il suo territorio piuttosto frastagliato e discontinuo, è la regione perfetta per trascorrere vacanze all’insegna di itinerari tra mare e monti. Una lingua di terra lunga 350 km che regala da una parte viste mozzafiato sul Mediterraneo e dall’altra percorsi che attraversano montagne da esplorare tramite i suoi numerosi percorsi.
La Riviera di Ponente nasconde 6 percorsi dove fare escursioni a piedi adatte a.tutti e molto suggestive, che attraversano territori poco battuti, tra mare, boschi e borghi. Ecco le escursioni più belle del ponente ligure.

 

Escursioni in Liguria: i 6 percorsi migliori della Riviera di Ponente

Praticare escursioni in Liguria è un ottimo modo per scoprire il patrimonio naturale e culturale che questa regione offre. Se ti piace trascorrere delle vacanze attive caratterizzate da relax ma anche da sport, la Liguria è proprio la meta che stai cercando.
Qui infatti potrai scegliere tra escursioni, trekking, mountain bike e anche free climbing.
Abbiamo allora scelto per te 6 escursioni da fare in Liguria, nella Riviera di Ponente:

  1. L’Anello natura
  2. L’anello di Finalborgo e il sentiero napoleonico
  3. Le streghe di Triora
  4. Via Iulia Augusta
  5. Da rocchetta Nervina al Ponte Paù
  6. Da Sasso a Vallebona

1. Percorso a piedi sull’Anello Natura

La prima delle escursioni in Liguria di cui ti parliamo è l’Anello Natura a Borgio Verezzi. Questo itinerario ad anello appunto, ha una lunghezza di quasi 8 chilometri di cui 5,3 in salita e 2,3 in discesa ed è adatto anche ai meno allenati. Inoltre è percorribile tutto l’anno ed è caratterizzato per tutto il tragitto da pannelli informativi.
L’Anello Natura, con un tempo di percorrenza di circa 3 ore, inizia dal borgo di Borgio Verezzi che si trova nel Ponente Ligure e prosegue fino al mare. Si parte quindi dal centro di Borgio e si prende via della Cornice. Da qui il percorso inizia a salire nella Macchia Mediterranea per raggiungere poco dopo, a 285 metri s.l.m, il punto più alto dell’itinerario, il Mulino Fenicio, noto luogo di pellegrinaggio che regala uno splendido belvedere su Borgio.
Si prosegue verso il fondovalle per dirigersi infine verso il centro storico di Borgio. Una volta arrivato qui potrai decidere se concederti un bagno oppure visitare le Grotte di Valdemino.

2. L’anello di Finalborgo e il sentiero napoleonico

Questa seconda escursione, di circa 3 ore, si trova nei pressi di Finale Ligure, zona ideale sia per trascorrere vacanze marittime sia per dedicarsi a sport outdoor.
Se, oltre ad essere appassionato dell’escursionismo lo sei anche della storia, questo è il percorso perfetto per te: infatti qui potrai ripercorrere le orme di Napoleone Bonaparte. Si parte dall’antica porta di Finalborgo per intraprendere sulla destra il sentiero napoleonico risalente alla fine del XVIII secolo. Proseguendo si raggiunge la cappelletta Regina Pacis da cui potrai vedere il panorama che dà su Finale e più avanti potrai intravedere Borgio Verezzi e l’isola di Gallinara. Sulla strada del ritorno avrai invece modo di visitare Verezzi e di apprezzare i caratteristici terrazzamenti liguri con uliveti e vigneti. L’escursione, che termina a Finalborgo attraverso il monte Caprazoppa, è consigliata principalmente per i mesi primaverili e autunnali.
Sempre in zona potresti poi trovare interessante l’Anello di Capo Noli, uno dei più noti percorsi del Finalese.

3. Itinerario delle streghe di Triora

Per la terza escursione nella Riviera di Ponente abbiamo scelto un percorso che si mescola con la leggenda. Questa piccola cittadina di 400 abitanti in provincia di Imperia, è conosciuta infatti per essere stata, alla fine del XIV secolo, scenario della peggiore caccia alle streghe di tutti i tempi e per questo soprannominata allora la Salem d’Italia.
Da Triora, oggi conosciuta anche come città delle streghe, parte un sentiero che richiede un tempo di percorrenza di 5 ore e che ti darà la possibilità di ammirare la valle Argentina e i resti della chiesa di Santa Caterina.
Una volta attraversata la Valle del torrente Capriolo arriverai a Goina, uno storico borgo tra le Alpi Marittime che rappresenta la seconda tappa del nostro percorso. Prosegui in direzione Passo della Guardia per poi dirigerti verso Triora dalla quale potrai ammirare il panorama sui paesini che si trovano ai piedi del sentiero.
Anche per questo itinerario le stagioni consigliate sono primavera e autunno.

4. A piedi sulla Via Iulia Augusta

Un’altra, tra le tante escursioni in Liguria che vale la pena di fare, è la Via Iulia Augusta, nei pressi di Alassio. Questo percorso che ti impegnerà per un’ora e mezza circa, mescola l’escursionismo, la storia e l’archeologia ed è praticabile da chiunque.
L’itinerario che si snoda tra Albenga e Alassio è la strada che secoli fa conduceva in Gallia. Si parte da Alassio, precisamente nel piazzale Santa Croce.
Per tutto il tragitto avrai la possibilità di vedere l’isola di Gallinara e percorrere i resti del lastricato che facevano parte delle strade romane. Inoltre proseguendo troverai sul sentiero una necropoli e, in una proprietà privata, un anfiteatro e un antico pilone romano.

5. Sentiero da Rocchetta Nervina al Ponte Paù

Questo trekking di un paio d’ore, a seconda del tuo passo, parte dall’antico borgo di Rocchetta Nervina ed è percorribile anche con i più piccoli.
Passato il torrente Barbaira prendi la via che porta alla piccola chiesa di san Bernardo che si trova su un’antica e panoramica mulattiera. Si prosegue per la valle ricca di vegetazione per arrivare poi al Ponte Paù.
Sotto al ponte si trovano i piccoli laghetti e le cascate del torrente Sgorea, affluente del torrente del Barbaira, nel quale potrai rilassarti e rinfrescarti con un bagno.

6. Escursione a piedi da Sasso a Vallebona

L’ultima tra le escursioni in Liguria che ti proponiamo ti farà scoprire i borghi che costituiscono Bordighera. Il percorso parte da Bordighera Alta e imbocca la strada degli Inglesi in direzione nord.
Da qui potrai ammirare il Toraggio e il Pietravecchia, due tra le cime più impegnative delle Alpi Liguri. Raggiungi Sasso dalla quale potrai ammirare il mare sottostante dalla terrazza panoramica.
Dovrai proseguire per la mulattiera per poi scendere in direzione de torrente che separa Sasso da Vallebona. Una volta qui, entrerai nella tipica macchia mediterranea lungo un percorso che ti porterà al ponte per Vallebona, antico e caratteristico borgo ligure dove potrai vedere quello che rimane delle vecchie fortificazioni.
[Foto di VisitAlassio]

©

NOTIZIE TOKYO 2020:

©Tokyo 2020: Julio Velasco duro con Paola Egonu e compagne
Tokyo 2020: Julio Velasco duro con Paola Egonu e compagne
©Tokyo 2020, Marcell Jacobs chiarisce tutto sulle ultime voci
Tokyo 2020, Marcell Jacobs chiarisce tutto sulle ultime voci
©Tokyo 2020, Mark Cavendish non ha mezze misure con Filippo Ganna
Tokyo 2020, Mark Cavendish non ha mezze misure con Filippo Ganna
©Tokyo 2020, Federica Pellegrini svela i suoi peccati. Di gola
Tokyo 2020, Federica Pellegrini svela i suoi peccati. Di gola
©Tokyo 2020, il medagliere aggiornato al 4 agosto
Tokyo 2020, il medagliere aggiornato al 4 agosto
©Tokyo 2020, salutano anche Lupo e Nicolai
Tokyo 2020, salutano anche Lupo e Nicolai
 
Dal paracadutista alla modella: le foto delle invasioni di campo più clamorose
Italia-San Marino 7-0: le foto della goleada
Villarreal, trionfo in Europa League: le foto
Gattuso in viola: tutte le panchine di Ringhio. Le foto
I gol che hanno deciso la corsa Champions: le foto
Coppa Italia, Atalanta-Juventus 1-2: le pagelle