Dimagrire con la cyclette: come riuscirci davvero

28 Settembre 2021

Dimagrire con la cyclette è facile e veloce. Basta avere solo un po’ di costanza, non aspettarsi miracoli immediati ma saper apprezzare i risultati che si ottengono con l’impegno e seguire pochi semplici consigli su come usare la cyclette per dimagrire.
La cyclette è un fantastico attrezzo da home fitness: è semplice da usare, versatile, non ha controindicazioni perché a basso impatto per le articolazioni (tanto che è consigliata anche alle persone anziane e chi deve recuperare da un infortunio o da altri problemi di salute) e consente di organizzare al meglio il poco tempo a disposizione durante la giornata. Si può usare la cyclette per dimagrire al mattino, appena dopo il risveglio
che è il momento migliore della giornata per il fitness, durante la pausa pranzo, la sera mentre si guarda la TV o in qualsiasi altro momento utile della giornata. Ma per avere risultati apprezzabili è importante sapere come e quanto usare la bici da camera per dimagrire.

Cyclette: quale prendere per dimagrire

La cyclette è sostanzialmente una bicicletta statica da usare in casa. Tanto che gli inglesi la chiamano stationary bike o indoor bike. Ne esistono di diversi modelli, da quelle tradizionali con il sellino largo e confortevole a quelle più fitness, del tutto simili a una bici da spinning: la nostra guida all’acquisto della cyclette la puoi leggere qui. In ogni caso per dimagrire con la cyclette bisogna partire dal fatto che si tratta di un allenamento cardiovascolare o aerobico, esattamente come il ciclismo. Questo genere di attività cardio e metaboliche comportano un sacco di benefici, dal mantenere sani ed efficienti cuore e polmoni, al tonificare i muscoli e fino al migliorare il flusso di sangue e ossigeno nei tessuti muscolari. E ovviamente anche la perdita di peso.

Come dimagrire con la cyclette

Per perdere peso con la cyclette bisogna fare attenzione a due cose. La prima è il rapporto tra le calorie assunte con l’alimentazione e quelle bruciate con l’attività sulla bici da camera. Banalmente se si assumono più calorie di quelle che si bruciano sulla cyclette sarà impossibile dimagrire. Quindi per perdere peso con la cyclette bisogna bruciare più calorie di quante se ne ingeriscono: l’ideale sarebbe ridurre un po’ quelle assunte (senza diete fai da te ma rivolgendosi a un dietologo nutrizionista che predisponga una dieta completa ed equilibrata) e massimizzare le calorie consumate con la cyclette. E qui c’è l’errore più comune che si commette quando si cerca di dimagrire con la cyclette: pensare che basti pedalare in modo blando per un tempo abbastanza prolungato. Purtroppo però un’attività troppo blanda non consente di bruciare abbastanza calorie per dimagrire. Qualunque essa sia: cyclette, corsa, camminata o nuoto. Più che la durata, per dimagrire con l’attività sportiva conta l’intensità dell’esercizio, che si misura grazie alla frequenza cardiaca.

La frequenza cardiaca per dimagrire con la cyclette dovrebbe essere tra il 60% e il 70% della frequenza cardiaca massima. Se stai pensando che così le cose si complicano ci sono due soluzioni semplici. La prima è usare un orologio con cardiofrequenzimetro come questi (oppure alcune cyclette ce l’hanno incorporato) e stare nella corrispondente zona aerobica. Il secondo è un metodo empirico famoso soprattutto tra i runner: pedalare a un ritmo abbastanza sostenuto ma che consenta comunque di parlare senza il fiatone. A questo ritmo il corpo umano brucia i grassi; sotto questa frequenza cardiaca ne brucia troppo pochi; oltre l’organismo comincia a bruciare gli zuccheri, e non è ciò che serve per dimagrire.

Dimagrire con la cyclette: il metodo per riuscirci davvero

Quanto pedalare per dimagrire con la cyclette

Però se si pensa di perdere peso con la cyclette significa che non si è granché in forma, e benché la indoor bike consenta di non gravare sulle articolazioni di schiena e ginocchia, potrebbe non essere facile mantenere quel ritmo per il tempo necessario a bruciare abbastanza calorie. Per questo può essere utile seguire un programma facile di dimagrimento per la cyclette. Intanto, come prima cosa, è importante avere costanza. Fare 3 ore consecutive di cyclette 1 solo giorno a settimana serve a poco, se non a nulla. Meglio 3 volte a settimana da 1 ora ciascuna. O meglio ancora un giorno sì e uno no, consentendo al corpo di recuperare sfruttando l’effetto bruciacalorie ritardato: in pratica si fa attività sulla cyclette, il dispendio calorico si impenna, e quando sta calando si fa di nuovo attività, dandogli un’altra spinta verso l’alto.

Poi però c’è il problema di mantenere un ritmo con la frequenza cardiaca in soglia aerobica per 1 ora di tempo, cosa non facile se non si è in forma. E qui può aiutare organizzare l’attività in 3 fasi: il riscaldamento, l’attività vera e propria, e il rilassamento. Una buona sequenza potrebbe essere 10′ + 30′ + 10′. Sui 10′ iniziali e finali, di riscaldamento e rilassamento, c’è poco da dire: basta pedalare a ritmo blando, a una frequenza cardiaca inferiore al 60%, con l’unico obiettivo di prepararsi alla fase centrale dell’attività o di recuperare dalla fatica. Poi però 30′ a pedalare a buon ritmo possono essere molto impegnativi. E se non si riesce il rischio è quello di scoraggiarsi e lasciar perdere. Vanificando gli sforzi e anche i soldi spesi per la cyclette. Allora qui viene in aiuto il metodo dell’Allenamento a Intervalli. Molto semplicemente: si fissano dei tempi in cui si pedala a buon ritmo e altri in cui si rallenta un po’. Può essere alternare il ritmo ogni minuto, o due o tre, oppure allungare un po’ la fase intensa e accorciare quella blanda (per esempio 2′ e 1′) fino ad arrivare a fare lunghi periodi intensi e brevi blandi (per esempio 5′ e 1′ oppure 10′ e 2′) finché non si arriva a pedalare a buon ritmo ininterrottamente per 30′. In questo modo si possono bruciare fino a 600 calorie ogni volta.

Gli altri benefici dell’allenamento con la cyclette

Quando si raggiunge questo obiettivo – e con impegno e costanza potrebbe bastare anche meno di 1 mese – ci si accorgerà anche di altri benefici collaterali del proprio piano di dimagrimento con la cyclette. Intanto il buonumore: l’attività cardio stimola infatti la produzione di endorfine, che sono gli ormoni del buonumore e della felicità. Quando si supera il momento della fatica e l’attività fisica diventa un’abitudine poi ci si sente regolarmente meglio, più sereni, meno stressati, più di buonumore. L’attività cardio migliora anche la memoria e l’attività cerebrale, grazie al maggior afflusso di sangue e di ossigeno al cervello. Fare attività, perdere peso in maniera tangibile, sentirsi di buonumore regola anche il sonno, consentendo di dormire meglio e svegliarsi davvero riposati. Migliora anche il sistema immunitario, che è la barriera naturale contro virus e infezioni. Infine i muscoli si tonificano, consentendo una postura più corretta ed elegante ed eliminando i dolori articolari.

Credits photo: it.depositphotos.com

©

ULTIME NOTIZIE:

8 consigli per riuscire a correre più veloce
8 alimenti che sono utili a combattere l’invecchiamento
5 idee per una fuga nella natura nella campagna scozzese
Gli scarponi: tutta la storia nel museo di Montebelluna
Influenza: cosa mangiare e bere con la febbre (specie se si fa sport)
Borsa per la piscina: 5 consigli per sceglierla pratica e capiente
 
Inter-Juventus 1-1, le pagelle
Cristiano Ronaldo, brutto gesto e rissa sfiorata: le foto
Napoli - Legia Varsavia 3-0: le pagelle
Lazio-Marsiglia 0-0, le pagelle
Quanto ne sai sulla Serie A degli anni '90? Rispondi al quiz
Zenit-Juventus 0-1, le pagelle
Brutto infortunio per Romelu Lukaku: le foto
Inter-Sheriff 3-1, le pagelle