Cosa serve per andare su un ghiacciaio

27 Agosto 2021

Il caso più eclatante è quello del Monte Bianco, dove la nuova funivia Skyway ha aperto la via alle alte quote anche a gitanti, turisti e famiglie in vacanza che in pochi minuti, e semplicemente pagando un biglietto di andata e ritorno, possono andare su un ghiacciaio senza fatica. Il problema è che in molti, nonostante i numerosi cartelli e avvisi, lo fanno senza la dovuta attrezzatura né esperienza o consapevolezza dei pericoli, e poi dalla terrazza panoramica si spingono sulla neve per un selfie talvolta anche in infradito e bermuda e senza sapere esattamente cosa serve davvero per andare su un ghiacciaio.

I pericoli dell’andare su un ghiacciaio

A occhi inesperti un ghiacciaio può sembrare un ambiente apparentemente poco rischioso: poche pendenze o moderate e una superficie che, con o senza neve, sembra uniforme. E infatti il pericolo non è tanto quello di scivolare, ma quello di precipitare in un crepaccio: i crepacci sono invisibili a occhio inesperto, la loro presenza è sconosciuta o incerta e, senza la necessaria attrezzatura e organizzazione nonché la presenza di una guida alpina certificata, può essere fatale. Per questo, per andare su un ghiacciaio, serve la presenza di una guida alpina che sappia valutare le condizioni ambientali e organizzare la conseguente sicurezza.

> Leggi anche: Prima volta su una vita ferrata: le cose importanti da sapere

Cosa serve per andare su un ghiacciaio

La prima cosa che serve per andare su un ghiacciaio è una corda: sul ghiacciaio si procede infatti di conserva, ovvero con una progressione simultanea della guida e dei clienti: sarà la guida a decidere se la corda deve essere corta, tendenzialmente su un ghiacciaio non ricoperto di neve, o lunga, nel caso invece di ghiacciai ricoperti di neve e sui quali i crepacci sfuggono alla vista anche delle guide più esperte (ma attenzione che all’aumentare dei componenti della cordata le distanze tra gli stessi si possono ridurre).

Ramponi Ghiaccio Salewa

Ramponi da ghiaccio Salewa, taglia unica che si adatta in lunghezza. Costano 75 euro.

Per camminare su un ghiacciaio servono assolutamente i ramponi, quelli veri da alpinismo, e l’imbragatura, regolata correttamente, per legarsi in cordata. Indispensabile sarebbe anche la picozza, in mano e non agganciata allo zaino, ma è inutilmente pericoloso impugnarla senza conoscere la tecnica per fermarsi in caso di caduta o scivolamento: meglio chiedere alla guida alpina se e come usarla.

> Leggi anche: Arrampicata per principianti: la guida al climbing dalla A alla Z

La guida alpina all’imbrago avrà agganciati anche moschettoni di sicurezza, carrucola, bloccantino, chiodo da ghiaccio e altri dispositivi di sicurezza estremamente tecnici.

Imbragatura via ferrata

Imbragatura per via ferrata Climbing Technology. Costa a partire da 30 euro.

Come vestirsi per andare su un ghiacciaio

Il cliente escursionista o alpinista deve invece sicuramente calzare scarponi da alta montagna ramponabili (o almeno da trekking vero), dei pantaloni escursionistici lunghi e almeno impermeabili (per esempio con membrane come Gore-Tex, Polartec o OutDry) e abbigliamento a strati per la parte superiore del corpo (un baselayer o una maglia tecnica traspirante a contatto con la pelle, un pile o giacca che tiene caldo da usare come secondo strato e infine un guscio impermeabile e antivento da tenere eventualmente nello zaino e indossare al bisogno).

> Leggi anche: Come vestirsi per andare in montagna d’estate

Indispensabili anche guanti (non quelli troppo rigidi da sci che potrebbero impedire di afferrare saldamente la corda: devono tener caldo, essere impermeabili e lasciar muovere le dita e chiudere la mano), sicuramente occhiali da sole con protezione dai raggi UV, possibilmente un cappellino di lana o materiale tecnico per proteggere la testa dal freddo (per esempio se ci si deve fermare e si è sudati e il meteo diventa repentinamente brutto), della crema solare per proteggere la pelle e un caschetto da montagna.

Scarpa Triolet Scarpone Trekking

Il Triolet di Scarpa è il classico scarpone da alta montagna, ramponabile e con membrana Gore-Tex. Costa 286 euro.

Cosa mettere nello zaino quando si va su un ghiacciaio

Nello zaino, anche questo da portare, ci deve stare dell’acqua da bere (in quota è ancora più importante idratarsi regolarmente e correttamente) e magari qualcosa da mangiare nel caso di calo di energie (la classica barretta di cioccolato o energetica, o della frutta in guscio o disidratata). Se poi si dispone di un orologio con Gps e altre funzioni escursionistiche o alpinistiche avanzate meglio attivarlo: il rischio di perdersi a causa di nebbia o maltempo non è così peregrino.

zaino ferrino fitzroy 22 litri

Zaino Ferrino Fitzroy 22 litri da escursionismo in montagna. Costa 67 euro.

Credits: Pixabay

©

ULTIME NOTIZIE:

Carrellino da bici: come è fatto e come usarlo
Gli esercizi da fare a casa per migliorare la respirazione e combattere lo stress, con Mike Maric
Il programma settimanale di allenamento a casa, 20 minuti al giorno
Bici: cosa fare per le irritazioni della pelle da sfregamento contro sella e tessuti
Viaggi in bici: i 9 percorsi più spettacolari del mondo per chi ama il cicloturismo
La dieta o lo sport da soli non bastano per dimagrire, ecco come fare per perdere peso
 
Liverpool-Milan 3-2, le pagelle
Malmoe-Juventus 0-3, le pagelle
Cristiano Ronaldo abbatte uno steward. Poi si scusa. Le foto
Europa League: le rivali delle italiane
Sampdoria-Milan 0-1, le pagelle
Udinese-Juventus 2-2, le pagelle
Psg, partitella d'allenamento stellare: le foto
Serie A tra ritorni e conferme: chi rischia di più?