2 bellissimi itinerari in bicicletta lungo il Rodano e il Reno

5 Ottobre 2021

Due itinerari in bicicletta lungo il Rodano e il Reno per apprezzare tutto il meglio di un percorso ciclabile ciclabile lungo le sponde di un fiume: grandi panorami, verde al oltranza, città e villaggi da attraversare e – ovviamente – anche un percorso pianeggiante e senza salite. Insomma, gli in bicicletta lungo il Rodano e il Reno il massimo per una giornata rilassante in bicicletta o anche per una vera e propria vacanza.

2 itinerari in bicicletta lungo il Rodano e il Reno

Ma se fiume deve essere, che sia un fiume imponente, che abbia fatto la storia, un fiume come il Rodano o il Reno. Lungo queste due vie d’acqua che attraversano il continente partendo dalla Svizzera, le piste ciclabili – in Svizzera se ne contano per 9000 km – lungo le sponde sono attrezzatissime e non mancano i bike hotel, i noleggi e battelli su cui traghettare bici e bagagli.

Il percorso del Reno in bicicletta

Giro sul Reno – Oberwald
Sei tappe, 285 km, meno di 50 km al giorno che significa avere anche tanto tempo a disposizione per godersi la vacanza, girare nei paesi, fare escursioni e rilassarsi. Questi sono i numeri dell’itinerario lungo il Rodano che va da Oberwald, non lontano dalle sue sorgenti nel Vallese, a pochi chilometri in linea d’aria dal confine italiano con la Val d’Ossola. Si parte quindi da quasi 1400 metri di quota attraversando l’alitpiano del Goms e gettando lo sguardo su alcune delle più belle montagne di tutte le Alpi, dall’Eiger allo Jungfrau.

Giro sul Reno – Brig
Si scende in picchiata fino a Brig, capoluogo dell’Alto Vallese, città ben conosciuta per essere il nodo ferroviario per chi arriva dal Sempione sulla linea italiana. Qui, abbandonando per un attimo la pedalata tra le vigne (nel Vallese si producono i migliori vini svizzeri), è una buona idea programmare una vista al seicentesco Castello di Stockalper in puro stile barocco.

Briga

Giro sul Reno – Montreux

La strada continua suggestiva e tranquilla nel fondovalle passando da Visp, dai castelli di Sion, sfiorando Nendaz e fino a Martigny dove una decisa svolta verso nord punta diretta fino al Lago Lemano, il Lago di Ginevra. Non ci si stupisca di trovare sempre temperatura gradevoli e perfino le palme sulle passeggiate lungo il lago: questa è la “Riviera svizzera”. Qui, prima dei arrivare ai pittoreschi vigneti di Lavaux che sono diventati Patrimonio Unesco, ci si ferma a Montreux, una delle capitali mondiali della musica, anche e non solo per merito dei suoi celeberrimi festival.

Montreux

Giro sul Reno – Ginevra

La ciclabile attraversa Losanna (dove si può visitare anche il Museo Olimpico), Nyon e termina a Ginevra. Qui il Rodano esce dal bacino del lago e comincia a scorrere in territorio francese. Nelle giornate più nitide, dalle sponde si vede bene la cima del Monte Bianco, nemmeno troppo lontano. Ginevra è una metropoli, la seconda città più popolata della Svizzera, e conta infinite ragioni per una visita approfondita, alla Cattedrale protestante di San Pietro, ad esempio, al Parc des Bastions e ai Giardini inglesi.

Ginevra

Il percorso del Rodano in bicicletta

Giro sul Rodano – Disentis

Il Reno è lungo oltre 1000 km. Nasce in Svizzera vicino al Passo dell’Oberalp e sbocca all’altezza di Rotterdam. Non lontano dalle sue sorgenti comincia un itinerario molto facile, di 267 km da percorrere in 5 tappe. Da Disentis, nei Grigioni, intorno ai 1000 metri di quota, il fiume e la ciclabile attraversano una serie di suggestive gole scavate nella roccia dai millenni che lasciano a bocca aperta chi ci pedala in mezzo.

disentis Reno

 

Giro sul Rodano – Flasch

Questa è la terra di origine di Heidi, ricordata ovunque – dai ristoranti ai negozi. Questa è una zona di vigne e cantine e colline verdissime. Il fiume passa da Coira, entra nel Cantone di San Gallo, diventa anche la linea di confine tra Svizzera, Austria e Liechtenstein prima di gettarsi nel Lago di Costanza con il più grande delta europeo di acqua dolce.

Reno bici Flasch

Giro sul Rodano – Rorschach

La ciclabile continua lungo il lago, tra castelli e frutteti, spiagge e piccoli villaggi di pescatori, molto caratteristici e piacevolmente diversi da quelli a cui siamo abituati sul Mediterraneo. A Rorschach c’è; anche uno storico stabilimento balneare già; celebre negli anni ’20 del secolo scorso.

Reno Rorschach

Giro sul Rodano – Sciaffusa
Una cinquantina di km più avanti, il fiume esce dal lago all’altezza Stein am Rheim, una cittadina pittoresca, con un centro storico molto romantico. Poco oltre, a Sciaffusa, il fiume “cade” nella omonime cascate, le più imponenti d’Europa, non certo per l’altezza ma per l’impressionante portata d’acqua.

sciaffusa

Credit Swiss Images

©

ULTIME NOTIZIE:

Ho fatto allenamento con Uptivo: ecco come è andata
Escursioni con i bambini: 7 consigli per i trekking in famiglia
In bici sul Lago Maggiore, la ciclabile da Milano ad Arona
Sesso e Corsa: Runners do it better
Gli incredibili vantaggi alla salute mentale e fisica di vivere vicino al mare
20 frasi di Walter Bonatti sulla natura e l’avventura
 
Lazio e Inter fuori controllo: le foto della rissa
Pernille Harder bella da impazzire: le foto
I calciatori svelano i loro idoli: le foto (volume II)
I calciatori svelano i loro idoli: le foto (volume I)
Gianluigi Donnarumma sbalordisce con un nuovo tatuaggio: le foto
Calcio, le maglie più originali della stagione 2021/2022: le foto
Francia-Spagna 2-1, le pagelle
Djimsiti, che guaio per l'Atalanta: le foto