Irving: “Cavaliers, situazione particolare”

Le parole da leader di Kyrie.

Kyrie Irving

Questa offseason è stata ricca di firme illustri, scenari mutati e valori in campo che possono essere completamente ribaltati. Nonostante questo le certezze rimangono, ovvero che i Golden State Warriors da una parte e i Cleveland Cavaliers dall’altra rimangono i favoriti. Nonostante un tourbillion di movimenti di mercato, la strenua ricerca di rafforzarsi per poter competere con le due finaliste delle ultime tre stagioni, le due lepri rimangono ancora con un buon vantaggio sulle pretendenti.

Come al solito LeBron James non ha mancato di dire la sua sul mercato in entrata dei Cavs, sostenendo che sarebbe stato necessario qualche rinforzo. La dipartita di David Griffin ha fatto storcere il naso al re, che poi ha continuato nella sua consueta crociata da GM lamentandosi. Il rinnovo di Kyle Korver, la firma di Jeff Green e Jose Calderon, insieme all’arrivo di Cedi Osman, non sono ritenuti sufficienti a colmare il gap coi Warriors, ammesso che nella loro situazione salariale sia mai possibile farlo. I rinnovi di Tristan Thompson e JR Smith, oltre a ovviamente i salari dei big three non permettono un’enorme spazio di manovra e anche la questione scambi che porterebbe Carmelo Anthony all’ombra della Q, non sembra essere di così facile fattibilità.

Kyrie Irving invece smorza i toni, rendendosi conto della situazione particolare in cui si trova la sua squadra: “La nostra situazione al momento è sui generis, perché siamo i finalisti delle ultime tre edizioni, vincendo sempre con grande autorità l’est. Dobbiamo essere consci del nostro status e partire innanzitutto nell’allineare tutti gli effettivi che abbiamo già a disposizione. Essere sulla stessa lunghezza d’onda è la partenza per rendere di più e meglio. Se guardiamo tutte le pazzie fatte in questa offseason, credo che il front office abbia intenzione di muoversi con intelligenza e noi dobbiamo essere dalla loro parte”.

In collaborazione con basketissimo.com

ARTICOLI CORRELATI:

Gary Payton, un campione a Milano
Gary Payton, un campione a Milano
NBA, Wiggins ai Wolves per 148 milioni
NBA, Wiggins ai Wolves per 148 milioni
Wade svela il suo futuro
Wade svela il suo futuro
McGrady nella Hall of Fame:
McGrady nella Hall of Fame: "Non pensavo"
NBA, Thomas sicuro:
NBA, Thomas sicuro: "Ai Cavs per vincere il titolo"
Rockets venduti per oltre due miliardi
Rockets venduti per oltre due miliardi
 
Marika Fruscio
Leah Mulier
Eleonora Boi
IAAF: Miss Londra
Martina Colombari
Izabel Goulart
Calista Melissa
Khloe Terae
Diletta Leotta in vacanza
Nina Serebova
Alexandra Renee
Rosy Maggiulli