Super Rugby, la settima giornata in breve

I Crusaders si rimettono in marcia, vittoria a sorpresa per i Sunwolves, i Chiefs sbancano Buenos Aires

Rugby Crusaders

Erano sei le partite di Super Rugby in programma nel settimo fine settimana stagionale, giocatosi tra venerdì 29 e sabato 30 marzo: dopo la pesante sconfitta della scorsa settimana, i Crusaders campioni in carica si sono rimessi prepotentemente in marcia sconfiggendo 32-8 gli Hurricanes, con ben due mete realizzate da David Havili, riprendendosi il primo posto in classifica nella New Zealand Conference. Nell’altra partita giocata nella terra degli All Blacks, i Blues hanno avuto facilmente la meglio sugli Stormers sudafricani, dilagando nel finale con le mete di Otere Black e Rieko Ioane, nonostante l’espulsione di Tanielu Tele’a: quella della squadra di base ad Auckland è, tra l’altro, l’unica vittoria casalinga del weekend.

La sorpresa della giornata arriva invece da Sidney dove gli Waratahs, freschi di vittoria sui Crusaders, scivolano inaspettatamente contro i Sunwolves giapponesi, che vincono 31-29 approfittando della giornata di grazia di Semisi Masirewa, autore di 3 mete. Per i nipponici è comunque abbastanza difficile festeggiare, visto l’annuncio ufficiale, pochi giorni fa, della chiusura della franchigia al termine della stagione 2020, a causa dell’insostenibilità dei costi per sopravvivere in un campionato così importante.

Nelle altre partite, i Chiefs hanno battuto 30-27 i Jaguares padroni di casa grazie alla meta del mediano di mischia di riserva Te Toiroa Tahuriorangi allo scadere, i Rebels hanno sconfitto 32-13 i Reds nel derby australiano (12 punti totali per Quade Cooper), portandosi così in testa alla Australian Conference, e infine i Bulls hanno superato 19-16 gli Sharks nella classica sfida tutta sudafricana, con una punizione di Handré Pollard che ha deciso, a un minuto dalla fine, un match nervoso, caratterizzato dalle espulsioni di Schalk Brits per gli stessi Bulls e di Akker van der Merwe per gli Sharks.

 

Classifiche

Australian Conference: Rebels 18, Waratahs 15, Brumbies 11, Reds e Sunwolves* 10.

New Zealand Conference: Crusaders 24*, Hurricanes* 19, Blues 15, Highlanders 13, Chiefs* 12.

South African Conference: Lions 18, Bulls 17, Sharks 16, Stormers 14, Jaguares 10.

 

Con l’asterisco (*) sono contrassegnate le squadre che hanno giocato 7 partite, mentre le altre sono scese in campo 6 volte.

ARTICOLI CORRELATI:

Italrugby, l'U20 chiude male il girone
Italrugby, l'U20 chiude male il girone
Top 14, la finale è Tolosa-Clermont
Top 14, la finale è Tolosa-Clermont
Super Rugby, la 17a giornata in breve
Super Rugby, la 17a giornata in breve
Italrugby, l'Under-20 sfiora l'impresa
Italrugby, l'Under-20 sfiora l'impresa
Mondiale rugby U20, brutto esordio per l'Italia
Mondiale rugby U20, brutto esordio per l'Italia
Allan:
Allan: "Passo avanti enorme"
Sevens Series, capolavoro Fiji
Sevens Series, capolavoro Fiji
Top 14, avanti Lione e La Rochelle. Grenoble in D2
Top 14, avanti Lione e La Rochelle. Grenoble in D2
Barbarians ko contro l'Inghilterra
Barbarians ko contro l'Inghilterra "B"
 
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018