L’Iran resta a piedi nudi

E' la conseguenza dell'embargo voluto da Donald Trump.

iran, bandiere, bandiera

L’Iran è rimasto a piedi nudi a poche ore dall'esordio nel Mondiale con il Marocco.

La Nike, che riforniva molti dei calciatori della selezione guidata da Carlos Queiroz, ha sospeso la fornitura di calzature: il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha come noto imposto l’embargo nei confronti del Paese asiatico e l'azienda di Portland si è adeguata. "E’ una decisione ingiusta e dannosa" ha tagliato corto dalla Russia il navigato allenatore portoghese.

La BBC ha intanto documentato che alcuni calciatori sono stati costretti ad acquistare le scarpe in un negozio non lontano dal campo di allenamento in cui si stanno preparando per la rassegna iridata.

ARTICOLI CORRELATI:

Lo strano tabù della Danimarca
Lo strano tabù della Danimarca
Southgate non può più esultare
Southgate non può più esultare
Diego Costa salva la Spagna, l'Iran cade in piedi
Diego Costa salva la Spagna, l'Iran cade in piedi
Mehdi Benatia pensa già al mercato
Mehdi Benatia pensa già al mercato
L'Uruguay strappa il pass per gli ottavi
L'Uruguay strappa il pass per gli ottavi
Brasile, rientra l'allarme per Neymar
Brasile, rientra l'allarme per Neymar
 
Tawny Jordan
Aida Yespica
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi
Allyson Joy
Chiara Biasi
Francesca Sofia Novello
Sofya Zhuk
Karolina Bojar
Celeste Bright
Devin Brugman
Jessica Cribbon