Vettel se la prende con la strategia

"Sbagliato partire con le soft" il commento del tedesco dopo il sesto posto in Brasile.

Vettel

Anche il weekend del Gp del Brasile va in archivio all’insegna della delusione per la Ferrari, che dopo un buon sabato (pole persa per 93 millesimi), in gara non è mai in grado di impensierire la Mercedes di Hamilton e neppure la Red Bull di Verstappen. Addio quindi anche al titolo costruttori, ma era nell’aria visto l’ampio vantaggio delle Frecce d’Argento.

In casa delle Rosse regna la voglia di archiviare al più presto la stagione, così se Raikkonen, che ha chiuso terzo, si limita a definire la corsa “discreta”, dopo diverse “battaglie divertenti”, poche parole le ha Vettel, anonimamente sesto, ma duro nei confronti della strategia: "È stato un Gp difficile, non sono contento del piazzamento, ma ho cercato di fare il massimo. La macchina era difficoltosa da guidare e le soft al via non sono state un vantaggio perché le supersoft hanno retto più a lungo di quanto ci si potesse aspettare”.

D’uopo i complimenti alle Mercedes: “Sono però contento per il podio di Kimi, anche se abbiamo perso il mondiale Costruttori contro la Mercedes: loro quest'anno sono stati più forti di noi e possiamo solo fare le nostre congratulazioni".
 

ARTICOLI CORRELATI:

Addio a Lauda, il post della Ferrari
Addio a Lauda, il post della Ferrari
Formula 1 in lutto, è scomparso Niki Lauda
Formula 1 in lutto, è scomparso Niki Lauda
Quarant'anni fa
Quarant'anni fa "La congiura degli innocenti"
Fuoco:
Fuoco: "La Ferrari è un sogno"
Indianapolis, spavento per Alonso
Indianapolis, spavento per Alonso
Al Montmelò regna sempre la Mercedes
Al Montmelò regna sempre la Mercedes
Tracollo Ferrari, Vettel spiega
Tracollo Ferrari, Vettel spiega
Binotto amaro:
Binotto amaro: "Ci hanno dato una lezione"
Charles Leclerc:
Charles Leclerc: "E' difficile gestirci"
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta