Vettel sceglie il nome della sua Ferrari 2019

Tradizionalmente il pilota tedesco ha sempre attribuito un nome da donna alle monoposto guidate in Formula 1.

vettel

Se c'è una tradizione consolidata di inizio stagione in Formula 1 è il nome da donna che Sebastian Vettel sceglie per la sua macchina. Una tradizione iniziata già ai tempi della Red Bull e proseguita anche in Ferrari. Senza che ovviamente il 2019 abbia fatto eccezione.

"La Ferrari del 2019 si chiama Lina - ha spiegato il pilota tedesco da Federation Square, nel centro cittadino di Melbourne -. Ho scelto questo nome perché è piuttosto slanciata". E per capire il gioco di parole occorre specificare che in inglese "slanciata" si dice "lean".

Al quinto anno consecutivo a Maranello, Vettel ha sempre scelto nomi italiani (o che suonano italiani) per ognuna delle sue Rosse, che sono state Eva (2015), Margherita (2016), Gina (2017) e Loria (2018). La tradizione fu inaugurata nel 2010, quando vinse il suo primo mondiale a bordo di Randy Mandy (2010). Negli anni successivi, sempre in Red Bull, guidò poi Kinky Kylie (2011), Abbey (2012), Hungry Heidi (2013) e Suzie (2014).

ARTICOLI CORRELATI:

Leclerc è ancora infuriato per sabato
Leclerc è ancora infuriato per sabato
Vettel:
Vettel: "Risultato straordinario"
Hamilton re a Monaco: Vettel è secondo
Hamilton re a Monaco: Vettel è secondo
Leclerc sbotta:
Leclerc sbotta: "Sono deluso"
Hamilton, pole da record: Ferrari, altro flop
Hamilton, pole da record: Ferrari, altro flop
Gp d'Italia a Monza, tornano le percentuali
Gp d'Italia a Monza, tornano le percentuali
Vettel terzo, ma la Mercedes domina
Vettel terzo, ma la Mercedes domina
Lewis Hamilton ha ospitato Cristiano Ronaldo
Lewis Hamilton ha ospitato Cristiano Ronaldo
A Montecarlo Hamilton subito davanti
A Montecarlo Hamilton subito davanti
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta