Maurizio Arrivabene non ha mangiato il panettone

"Tutto è avvenuto prima di Natale" ha ammesso Piero Ferrari.

Altro che panettone. Maurizio Arrivabene è stato silurato dalla Ferrari a dicembre. Lo ha ammesso Piero Ferrari, figlio del ‘Drake’, e vice presidente dell’azienda fondata dal padre e per la quale hanno corso piloti rimasti nel cuore degli appassionati come Gilles Villeneuve e molti altri ancora.

“Tutto è avvenuto prima di Natale, poi per varie ragioni avevamo pensato di non renderlo noto. Non voglio entrare nei particolari, anche perché io posso parlare solo da azionista, dico solamente che c’è stato un confronto tra noi soci, con John Elkann, e alla fine abbiamo agito nell’esclusivo interesse della Ferrari” ha sottolineato parlando con la ‘Gazzetta dello Sport’.

“Mi pare che l’abbiate scritto un po’ tutti che Marchionne aveva in animo una mossa del genere, però a noi premeva preservare la continuità tecnica, senza creare alcuna turbativa nella struttura della scuderia” ha aggiunto Ferrari.

ARTICOLI CORRELATI:

Patrese:
Patrese: "Lauda, da accusatore ad amico"
Alesi:
Alesi: "Con Lauda mi sono divertito"
Charles Leclerc ricorda Niki Lauda
Charles Leclerc ricorda Niki Lauda
Addio a Lauda, il post della Ferrari
Addio a Lauda, il post della Ferrari
Formula 1 in lutto, è scomparso Niki Lauda
Formula 1 in lutto, è scomparso Niki Lauda
Quarant'anni fa
Quarant'anni fa "La congiura degli innocenti"
Fuoco:
Fuoco: "La Ferrari è un sogno"
Indianapolis, spavento per Alonso
Indianapolis, spavento per Alonso
Al Montmelò regna sempre la Mercedes
Al Montmelò regna sempre la Mercedes
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta