Hamilton striglia la Mercedes

"La Ferrari vola, dobbiamo abbassare la testa e lavorare" il monito del campione del Mondo dopo la brutta prova in Canada costata il primato in classifica.

Deluso a Montecarlo, dove ha dovuto vedere vincere Ricciardo, addirittura incredulo a Montreal, circuito tradizionalmente amico della Mercedes, ma dove Lewis Hamilton ha rimediato un distacco epocale da Sebastian Vettel, dovendo accontentarsi del quinto posto che fa pure perdere all’inglese il primato in classifica.

Al termine del Gp del Canada, però, Lewis prova a vedere il bicchiere mezzo pieno: “Non sapevo cosa aspettarmi ma è stato peggio di quello che potessi immaginare. Col problema che ho avuto però poteva andare ancora peggio: la potenza continuava a salire e scendere, è stata bassa per tutta la gara, temevo un guasto, per fortuna sono riuscito ad arrivare al traguardo".

La competitività della Ferrari però è un segnale da non trascurare: "Se non faremo un lavoro migliore di loro sarà dura batterli – ha concluso Hamilton – Hanno un pacchetto fortissimo, un'ottima affidabilità e hanno fatto un lavoro solido. Bisogna tenere la testa bassa e sperare di fare meglio".

ARTICOLI CORRELATI:

Michael Schumacher si trasferisce in Spagna
Michael Schumacher si trasferisce in Spagna
Fernando Alonso annuncia il ritiro
Fernando Alonso annuncia il ritiro
Horner, veleno su Fernando Alonso
Horner, veleno su Fernando Alonso
Niki Lauda in miglioramento
Niki Lauda in miglioramento
Niki Lauda è uscito dal coma
Niki Lauda è uscito dal coma
Ricciardo lascia la Red Bull: va alla Renault
Ricciardo lascia la Red Bull: va alla Renault
 
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi
Allyson Joy
Chiara Biasi
Francesca Sofia Novello
Sofya Zhuk
Karolina Bojar
Celeste Bright
Devin Brugman