Arrivabene attacca Verstappen

Il team principal della Ferrari: "Senza certi piloti saremmo sul podio".

Arrivabene

Il team principal della Ferrari Maurizio Arrivabene al termine del Gran Premio del Giappone attacca Max Verstappen dopo i contatti con Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel: "Sia la squadra che i piloti hanno reagito molto bene senza certi piloti in pista che hanno danneggiato le vetture, il podio sarebbe stato alla nostra portata".

"In alcuni casi, l’arrabbiatura ci sta ma detto questo se ne discute e non significa avere problemi in squadra. Oggi le cose son fatte bene, la macchina andava alla grande nonostante i danni subiti. Il podio era alla portata, hanno lavorato bene sia la squadra che i piloti. La reazione d’orgoglio l’hanno avuta tutti quanti, la gara è stata interpretata bene. Sulle macchine c’erano delle parti mancanti, in quelle condizioni era difficile fare questa prestazione. Il giro veloce? A consolazione ru fess'. Lo spirito è quello di non mollare, mancano quattro gare, la situazione è difficile ma non abbasseremo la guardia. Le discussioni tra di noi generano soluzioni, il silenzio fa paura".


ARTICOLI CORRELATI:

Doppia penalità per Ricciardo: da settimo a undicesimo
Doppia penalità per Ricciardo: da settimo a undicesimo
Binotto:
Binotto: "Stiamo migliorando"
Vettel:
Vettel: "Non siamo abbastanza forti"
Leclerc:
Leclerc: "Ho dato tutto"
Hamilton giura:
Hamilton giura: "Non è stato facile"
Hamilton senza rivali, Leclerc sul podio
Hamilton senza rivali, Leclerc sul podio
Vettel:
Vettel: "Non c'è feeling"
Hamilton in pole in Francia, male le Ferrari
Hamilton in pole in Francia, male le Ferrari
Vettel deluso:
Vettel deluso: "Regolamento da bruciare"
 
Il ritorno di Larissa Riquelme: le foto
Le foto più belle di Elina Svitolina
Le foto piu' belle di Camila Giorgi
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia