Ammissione Vettel: "Leclerc? Pensavo di andare più forte"

Il commento del tedesco dopo gli ordini di scuderia della Ferrari al GP di Cina.

vettel

Sebastian Vettel regala un sorriso un po' amaro ai piedi del podio di Shanghai, dopo il terzo posto conquistato nel Gran Premio della Cina: "Sono contento di essere salito sul podio, ma oggi è stata dura. Abbiamo cercato di stare con le Mercedes, ma proprio non ci riuscivamo, erano troppo veloci sin dalla partenza. Poi ho avuto una piccola battaglia con Max, è stato divertente ma volevamo stare dietro alla Mercedes".

Inevitabile tornare sull'ordine di scuderia da parte della Ferrari, con Leclerc che gli ha ceduto il terzo posto concludendo poi quinti al traguardo: "Pensavo di andare più veloce di lui - ha osservato Vettel -, ma non sono riuscito a staccarmi per colpa di un paio di bloccaggi che non mi hanno permesso di essere troppo veloce. Resta il fatto che non abbiamo mai avuto il ritmo della Mercedes, peccato che lui non sia riuscito a riprendere Max. Ogni tanto seguivo la sua battaglia dai maxischermi e facevo il tifo per lui, ma non è bastato. Ora dobbiamo tornare a casa e lavorare sodo per migliorare".

ARTICOLI CORRELATI:

Doppia penalità per Ricciardo: da settimo a undicesimo
Doppia penalità per Ricciardo: da settimo a undicesimo
Binotto:
Binotto: "Stiamo migliorando"
Vettel:
Vettel: "Non siamo abbastanza forti"
Leclerc:
Leclerc: "Ho dato tutto"
Hamilton giura:
Hamilton giura: "Non è stato facile"
Hamilton senza rivali, Leclerc sul podio
Hamilton senza rivali, Leclerc sul podio
Vettel:
Vettel: "Non c'è feeling"
Hamilton in pole in Francia, male le Ferrari
Hamilton in pole in Francia, male le Ferrari
Vettel deluso:
Vettel deluso: "Regolamento da bruciare"
 
Le foto più belle di Elina Svitolina
Le foto piu' belle di Camila Giorgi
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo