Stakanov-Sagan fa confusione con la geografia

"Troppe gare, in albergo non so neanche se mi trovo in Belgio, in America o in Francia" ammette lo slovacco.

sagan

E’ veramente dura la vita del campione e lo stacanovismo porta a una stanchezza supplementare. Questo, almeno, è quello che sostiene Peter Sagan, per tre volte consecutive iridato nel ciclismo su strada prima di cedere lo scettro allo spagnolo Alejandro Valverde, che ha messo tutti in fila a Innsbruck lo scorso 30 settembre.

Loading...

"A volte è davvero troppo per me: troppe gare e troppi viaggi - ha raccontato alla rivista olandese ‘Fiet’ -. Alcune volte, in albergo, non so neanche se mi trovo in Belgio, in America o in Francia".

"Non riesco a vivere una vita normale perché i momenti di calma sono veramente troppo pochi. Sono felice che la carriera di un corridore non duri troppi anni, non mi immagino proprio per altri quindici anni nel mondo del ciclismo" ha aggiunto il fuoriclasse slovacco delle due ruote, che il prossimo 26 gennaio compirà 29 anni e che corre per il team Bora-Hansgrohe

ARTICOLI CORRELATI:

Pozzovivo indistruttibile: al Giro ci sarà
Pozzovivo indistruttibile: al Giro ci sarà
Nibali:
Nibali: "Dalle gambe risposte importanti"
Nibali:
Nibali: "Vorrei che Scarponi fosse qui a scherzare"
Nibali:
Nibali: "Sto arrivando al 100%"
Ciclismo in lutto: addio a Sercu
Ciclismo in lutto: addio a Sercu
Sonny Colbrelli:
Sonny Colbrelli: "Faccio fatica, riparto da zero"
Vincenzo Nibali, buone sensazioni in vista del Giro
Vincenzo Nibali, buone sensazioni in vista del Giro
Bettiol non finisce di stupire
Bettiol non finisce di stupire
Victor Campenaerts fissa il nuovo Record dell'Ora
Victor Campenaerts fissa il nuovo Record dell'Ora
 
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta
Lauren Summer