Stakanov-Sagan fa confusione con la geografia

"Troppe gare, in albergo non so neanche se mi trovo in Belgio, in America o in Francia" ammette lo slovacco.

sagan

E’ veramente dura la vita del campione e lo stacanovismo porta a una stanchezza supplementare. Questo, almeno, è quello che sostiene Peter Sagan, per tre volte consecutive iridato nel ciclismo su strada prima di cedere lo scettro allo spagnolo Alejandro Valverde, che ha messo tutti in fila a Innsbruck lo scorso 30 settembre.

"A volte è davvero troppo per me: troppe gare e troppi viaggi - ha raccontato alla rivista olandese ‘Fiet’ -. Alcune volte, in albergo, non so neanche se mi trovo in Belgio, in America o in Francia".

"Non riesco a vivere una vita normale perché i momenti di calma sono veramente troppo pochi. Sono felice che la carriera di un corridore non duri troppi anni, non mi immagino proprio per altri quindici anni nel mondo del ciclismo" ha aggiunto il fuoriclasse slovacco delle due ruote, che il prossimo 26 gennaio compirà 29 anni e che corre per il team Bora-Hansgrohe

ARTICOLI CORRELATI:

Samuele Manfredi, non ci sono peggioramenti
Samuele Manfredi, non ci sono peggioramenti
Il commovente appello di Marco Scarponi
Il commovente appello di Marco Scarponi
Ciclismo scioccato da un clamoroso annuncio
Ciclismo scioccato da un clamoroso annuncio
I ciclisti professionisti urlano il loro dolore
I ciclisti professionisti urlano il loro dolore
Samuele Manfredi, l'ultimo bollettino
Samuele Manfredi, l'ultimo bollettino
Incidente in allenamento, Samuele Manfredi in coma
Incidente in allenamento, Samuele Manfredi in coma
Vincenzo Nibali:
Vincenzo Nibali: "Ecco fino a quando correrò"
Prime indiscrezioni sulla Vuelta 2019
Prime indiscrezioni sulla Vuelta 2019
Vincenzo Nibali apre a Fabio Aru
Vincenzo Nibali apre a Fabio Aru
 
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta
Lauren Summer
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi
Allyson Joy
Chiara Biasi
Francesca Sofia Novello
Sofya Zhuk