Ciclismo italiano senza squadre dal 2020, l'allarme di Savio

Squadre italiane a rischio scomparsa.

savio

Il team manager di Androni Giocattoli Sidermec, Gianni Savio, ha lanciato un grido d'allarme per le condizioni in cui versa il ciclismo italiano e si è rivolto direttamente all'Uci. La proposta, vista la ventilata riduzione degli inviti ai grandi giri, che in fondo sono gli eventi a consentire alle squadre Professional di ritagliarsi una grande vetrina, è quella "di ottenere l’assegnazione di una wild card per una squadra del paese organizzatore della corsa".

"In questo modo sarebbe almeno possibile sperare di ottenere una wild card sicura al Giro per una squadra italiana, alla Vuelta per una spagnola e al Tour per una francese. Questo ci consentirebbe di portare avanti i nostri progetti e presentarci dai nostri sponsor almeno con una prospettiva". Il rischio che paventa Savio è che senza un intervento dell'Uci le squadre professioniste italiane scompariranno nel 2020.

ARTICOLI CORRELATI:

Fabio Aru:
Fabio Aru: "Non posso che essere contento"
Tour de France, anche Dumoulin dà forfait
Tour de France, anche Dumoulin dà forfait
Fabio Aru rivede la luce
Fabio Aru rivede la luce
Bartali nei temi di maturità: Federciclismo entusiasta
Bartali nei temi di maturità: Federciclismo entusiasta
Ghiaia nel ginocchio, Dumoulin operato
Ghiaia nel ginocchio, Dumoulin operato
Froome, preoccupazione per la carriera
Froome, preoccupazione per la carriera
Il regalo di Valentino Rossi a Giulio Ciccone
Il regalo di Valentino Rossi a Giulio Ciccone
Davide Cassani:
Davide Cassani: "Ecco le novità dell'Europeo in Trentino"
Di Rocco:
Di Rocco: "Puntiamo a diverse medaglie"
 
Il ritorno di Larissa Riquelme: le foto
Le foto più belle di Elina Svitolina
Le foto piu' belle di Camila Giorgi
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia